giovedì 24 giugno 2010

Non c'è trippa per gatti...



E' difficile fare l'italiano ottimista oggi, perchè c'è da essere ottimisti su ben poco. Vedere questa squadra, con quella maglia azzurra, giocare un calcio triste, senza idee e svogliato, fa passare la voglia di tifare. Non c'è scusante che tenga. Un Pirlo, un Buffon, un qualsiasi altro giocatore che manca non è una giustificazione degna di nota. Un Cassano o un Balotelli al posto di Pepe o Montolivo o chi caspito c'era non avrebbero cambiato niente, secondo me. Avevano paura, giocavano con la paura, e hanno perso con la paura. E ce ne andiamo a casa, come ultimi del girone, con due miseri punti. Una tristezza inaudita, una figura colossale orrenda che ci porteremo dietro per anni. Come la Francia nel 2002, usciti al primo turno, senza aver fatto vedere niente di buono. Però un paio di punti di discussione, concedetemeli.

Odio, ma tanto, chi dice cose del tipo "questi sono giocatori strapagati, se gli davano solo mille euro al mese vuoi vedere come corrono". Che senso ha questa frase? Ogni giocatore al mondiale è un potenziale miliardario, ma la cosa più assurda di ciò è che, per quei giocatori, quattro anni fa la gente è scesa nelle piazze e ha festeggiato tutta la notte! E non erano strapagati anche allora? Diceva bene Cannavaro prima del Mondiale quando affermava che gli italiani sono ingrata gente. Si dimenticano le cose dopo poco, qui. Purtroppo.

Siamo un popolo di cinquantasei milioni di Ct e si vede. Ognuno ha le convocazioni giuste, ed ognuno ha le soluzioni ad ogni problema. E tutti odiano il Ct. Lippi, nel 2006, ha vinto perchè aveva un ottimo gruppo,che non ha scelto lui, e ottimi giocatori,che non ha scelto lui, ma che un giorno, da Santa Claus, gli sono caduti in testa come regalo. Anche quattro anni fa ci sono stati plebisciti. Tutti volevano Cannavaro e Buffon fuori da quella squadra, tutti volevano sicuramente qualche dimenticato al mondiale e poi tutti hanno festeggiato ringraziando ogni singolo giocatore ma sempre troppo poco Lippi. Che se ne andò dopo Calciopoli e che è ritornato a gran voce due anni fa, dopo l'Europeo mezzo fallimentare di Donadoni. Il salvatore della patria l'ha affossata definitivamente. Una volta si vince, un'altra si perde. E quando vinci sei un campione e quando perdi sei scarso all'ennesima potenza. Bearzot uscì agli ottavi nell'86, Lippi manco li ha visti, ed il girone era certamente alla nostra portata. Molto. Ma l'è andata. E da qui in poi può andare solo meglio, perchè peggio non è possibile.

Piccole precisazioni: questa è stata chiamata l'Ital-Juve perchè ha ben 6 juventini in squadra. La cosa divertente è che quella del 2006 ne aveva solo uno in meno. Il problema è che quella era una signora Juve, questa è stata un'orrenda annata per i bianconeri, invece. E la ricordo molto bene.

Pepe, che individuo eccezionale. Perchè gioca a calcio? Perchè? E perchè ora è anche juventino? Perchè ogni vergognoso essere che non sa giocare viene dalle nostre parti? Porca di quella miseria.(Sfogo juventino, non ci fate caso)

Se ci fate caso con Berlusconi non abbiamo mai vinto niente. Nel 2006 c'era il finto governo Prodi. Il povero Silvio non ci riuscirà mai, con lui sempre fuori. E' un po' sfigato in questo senso, su questo lo ammetto. Ma può darsi che porti lui un po' sfiga?

Comunque, in tutto ciò, ci devono pur sempre essere dei punti positivi che io, da ottimista di professione, li devo pur trovare. E, per fortuna, qualche cosa c'è. Il prossimo Ct, il signor Prandelli, dovrà ripartire da un gruppo con elementi buoni che potranno dare molto a questa maglia. Bisogna ricominciare dai Quagliarella, dai Chiellini, dai Criscito e dai Maggio, dai Marchisio(che se lo si fa giocare nel suo ruolo non è secondo a nessuno) e da un secondo portiere che riesca a rimpiazzare degnamente il caro Gigi. Che, a dirla tutta, un po' mi è mancato ma la sfiga c'è. Quattro anni fa c'avevamo un fattore c disumano, invece.

La Francia è peggio di noi! Almeno questo l'è sicuro. Loro avevano un gruppo stellare che doveva fare sfraceli e manco si allenano per protesta, si odiano tra di loro e hanno avuto un ct che era molto più orrendo del nostro. E noi abbiamo fatto pure il doppio dei loro punti! Ollè!

Per il resto di punti a favore, a questa Italia, ce ne sono ben pochi. Un girone modesto, un gruppo decente, non può uscire fuori contro squadra ovviamente non al nostro livello. Questa volta hanno vinto i pessimisti, e non so perchè esultano su ciò. L'altra volta vinsero gli ottimisti, come me, che si sentirono gratificati come non mai. Speriamo di non dover aspettare altri 8 anni per un'altra squadra decente. Vedremo alla prossima occasione come andrà, intanto come ci ricorderemo per sempre della vittoria del 2006, ci ricorderemo, per sempre, anche dell'emerita tristezza di codesto mondiale. Una nuova Italia c'è all'orizzonte. Peccato solo calcistica.

Ps: comunque dopo una sconfitta io tifo e tiferò sempre la nostra Nazionale. Non uscirà dalla mia bocca nessun "Forza Inghilterra" o robe del genere. Tifo Italia, nel bene e nel male, forse è l'ultima cosa che ci rimane che ci unisce un po'. Intanto son simpatizzante dell'ultima africana rimasta, in codesta edizione. Vai Ghana sei tutti noi!

6 commenti:

Carmensì ha detto...

Forza Ghana!
Giornata triste ma si va avanti sempre a testa alta prima o poi vinceremo ancora!Forza azzurri sempre.

Il rospo dalla bocca larga ha detto...

Purtroppo è andata così... Sul mio blog sono stato meno prolisso, non ho i mezzi per parlare troppo, ma il succo è che abbiamo fatto schifo. Cannavaro sa che l'Italia è nazione ingrata, l'Italia sa che Cannavaro purtroppo è un giocatore finito... Vederlo aggrappato come un koala ad un attaccante slovacco durante un corner resta l'unica risata strappatami oggi da qualcuno, e di questo gliene do atto. Alè Italia per sempre, anche nella sconfitta. Io per questo mondiale, da buon napoletano, simpatizzerò per El Pibe...

Massi ha detto...

Da milanista concedimi il fatto che Silvio s'è abbondantemente rifatto col Milan(quando Maldini sollevò la Coppa Intercontinentale di Campioni Del Mondo in rosa ne avevamo 7 o 8),e concedimi col dire che i brocchi gravitamo sempre di più dalle nostre parti (Onyewu per farti un nome),cmq non mi aspettavo una fine così vergognosa:sapevo che non avremmo fatto molta strada,ma uscire in questo modo m'ha fatto specie.Ora tocca a Prandelli ricostruire un gruppo degno lavorando sopratutto sulle motivazioni

luttazzi4ever ha detto...

Sul Cannavaro ormai si è detto tutto. Non è quello di quattro anni fa, si è visto. E ce lo siamo tenuto noi per 38 partite. Solo che nessuno se l'aspettava ad inizio anno. Che tristezza.

Il caro Maradona, che mi fa esaltare in panchina perchè è peggio di un tifoso, avrà tanti ma tanti sostenitori dalle nostre parti, caro Rospo.

@Masi: Noi abbiamo F.Melo, vinciamo su tutti. Diego non lo inserisco nella lista di pacchi, per me è un buon giocatore. Un giorno o l'altro lo farà vedere. Comunque condivido che il signor Silvio si è rifatto con il Milan, solo che mi ricordavo di un articolo di quattro anni fa che parlava appunto di codesto fatto.

Tanta stima e tanti auguri a Prandelli. Ha tanto lavoro da fare.

Massi ha detto...

Prandelli ha un compito davvero duro e la gravosità di tutto ciò ha radici profonde e ben definite: in questi anni i grandi club hanno preferito puntare su campioni stranieri dimenticandosi il proprio vivaio,e quando ti esce il Balotelli o il Santon di turno non lo si fa giocare subito perchè deve maturare.Gli osservatori oltre ad andare a vedere Dzeko o Messi cominciassero a battere i campi di provincia ed i tornei giovanili.Barcellona docet

Laura ha detto...

Premetto che poco conosco delle strategie calcistiche, ma mi sembravano tanti pezzi di puzzle diversi incastrati insieme...comunque sia ormai è andata.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...