sabato 14 aprile 2012

Vorrei avere il becco


Tutti conoscete il titolo della canzone scaturito da Povia dopo aver tirato un quantitativo abnorme di defecazioni di piccioni dalla sua auto. Piccioni rigorosamente eterosessuali, sia chiaro. Non sia mai che quegli invertiti decidessero di rovinargli il telaio della sua vettura con escrementi di dubbio genere sessuale. Che è qualcosa che speriamo non accada mai a nessuno di noi, perchè noi siamo normali, siamo giusti, siamo un po' tutti Giovanardi, che non fa mai male.

Stavo lì a pensare, perchè ogni tanto mi succede, che il nostro mondo è circondato dalla musica. Musica quando entri nei negozi, quando leggi un giornale a casa e tua figlia si distrugge i timpani con quella roba tutta tunz tunz, quando stai per andare a dormire e quelli del piano di sopra decidono che è giunta l'ora di far baldoria. Quando cammini in strada, stai in macchina, entri al supermercato, anche quando mangi una mela, il verme al suo interno ti canta i migliori successi di Albano sperando ti passi l'appetito. E siamo lì a conoscere, interpretare, analizzare sempre più canzoni perchè diciamocelo: noi, le canzoni, non le capiamo.
Il testo, quell'oscuro testo più difficile di significato di un manoscritto del duecento in aramaico, viene poi ricercato su internet e molta gente, lo so bene, finisce a doverne cercare la spiegazione manco fosse la Divina Commedia scritta in arabo con sottotitoli in swaili. Durante la mia consueta dose di ricerche mensili trovo svariate, ormai, persone che vogliono sapere cosa cavolo intende Bianconi quando scrive i testi dei Baustelle. Molto probabilmente il significato è uno: "sono solo, sono stonato, aiutatemi". Ma nessuno lo sta mai a sentire.

Quindi, dato che mi sento di essere una persona buona, vi dono la spiegazione di una decina di canzoni del passato o del presente, fatta in pochi termini. Come si dice dalle mie parti: papale papale. Che non ho mai capito perchè dato che il Papa normalmente allunga ogni annuncio minimo a tre quarti d'ora. Buona lettura.

"L'aiuola" di G.Grignani. Racconta di un tizio, con chiaro interesse verso le minorenni, che non sopporta più che la sua vicina di casa, una ragazza tutta scuola e chiesa, non curi il suo giardino come si deve. Infatti lo stesso è infestato di erbacce e minaccia la sua proprietà. Lui, nello sfregio più totale, decide di rasarglielo tutto davanti ai suoi occhi.

"Luca era gay" di G.Povia. Una semplice storia d'amore tra un tizio che ha fatto il salto della quaglia e non ha sposato l'autore per farsi una famiglia normale. L'autore, piccato, ha deciso di spiattellare a tutti il loro segreto.

"La bambolina" dei Baustelle. La storia politica di Nicole Minetti.

"La differenza tra me e te" di T.Ferro. L'autore dopo una bella partita a calcetto, nota una generale differenziazione negli spogliatoi con un suo amico africano.

"Albachiara" di V.Rossi. Un tizio guarda dalla finesta una cara ragazza e si fa fantasie su lei che si fa fantasie.

"M'abituerò" di L.Ligabue. Un'ammissione del cantante. Il titolo esatto era: "M'abituerò a fare sempre la stessa identica musica del pezzo precedente".

"Sì o no" di R.Fiorello. Un testo pieno di significato che ha scavato dentro i cuori di ogni persona che l'abbia mai ascoltato. Queste persone, poi, si sono letteralmente cavate il cuore.

"Va' pensiero" di G.Verdi. L'autore, contattato dal sottoscritto, si dissocia per ogni significato gli abbiamo dato tutti quei tizi vestiti come il suo cognome, che rivendicano cazzate.

"Mi vendo" di R.Zero. Uno spiccato esempio di futurismo: la storia politica di Scilipoti e di buona parte dei politici italiani.

"Londra brucia" dei Negramaro. Altro esempio di futurismo. I cinesi, ossessionati dalle numerose sconfitte, appiccheranno roghi a tutto spiano nella Londra Olimpica.

"Rotolando verso sud" dei Negrita. Uno spaccato di vita moderna, gioviale, una meravigliosa vacanza nei territori dell'America del Sud inseguendo Giuliano Ferrara che è caduto cinque giorni prima in discesa.

Vado via, mi vida così sia!
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...