sabato 12 giugno 2010

Luttazzi Copia (Ripreso!)



Mi sembra che ormai sia giunta l'ora di dedicare un post a cotanta roba. Sembra sia destino dei due admin di questo blog che i propri rispettivi idoli siano al centro di scandali. Non mi permetto di paragonare la perversione del signor Billy Ballo con il "plagio" del Luttazzi, ma alla fin fine tutti e due sono, e sono stati, nell'occhio del ciclone. Indi inizio a pensare che sia tutta una congiura per screditare l'immagine di questo blog. Vergogna.

Ma tralasciando le baggianate, passiamo alle cose serie: Luttazzi copia. E' da anni che gira codesta voce per la rete. Il sito di tal Ntoskrnl propone una lista di comici e di battute rilevate dai suddetti da anni, e da anni cerca soddisfazione e seguito nell'opinione pubblica, senza riuscirci. Perchè adesso tutti ne parlano? Perchè finalmente hanno pensato di fare un video! Alleluia! La gente non ha voglia di leggere, non c'è nemmeno una figura(e questa l'ho plagiata dal commento di un ragazzo su un blog) e quindi ora il video, i video, son di dominio pubblico e tutti possono capire ciò che dice l'accusa. Premetto che il supporto di immagini non è stato creato dall'autore del Blog accusatorio, così dice, e che quindi è opera di uno sconosciuto ominide che vuole rimanere anonimo.Indi il risultato ora l'è presto detto: caccia alle streghe. Luttazzi ha copiate le battute di centinaia di altri comici, compreso un certo Sigmund Freund, e si difende dal suo blog dicendo che era tutta una Caccia al Tesoro.

Ora, la caccia al tesoro me la ricordo. Era uno dei primi post che lessi quando Lutazzi decise di far diventare il suo sito un blog, con aggiornamenti frequenti e commenti accessibili a tutti. Progetto che poi cassò dopo qualche mese, per la deriva populista che stava prendendo quello spazio. Luttazzi ha sempre detto che non potrebbe mai fare il Grillo. Comunque la caccia al tesoro è la sua più grande giustificazione in questo momento. In sintesi lui affermava di inserire nelle sue battute, sketch di altri. Ed era compito dei visitatori del Blog riuscire a capire quali non fossero le sue. In cambio avrebbero ricevuto libri o dvd sul Luttazzi medesimo. Mi ricordo, dall'animo di bambino sciocchino, che lessi questo post e mi chiesi "come faccio a capire?", "chi li conosce sti comici", e quindi appesi al chiodo la possibilità di partecipare al piccolo "concorso".

Ma questa difesa del comico romagnolo non regge secondo gli accusatori. I quali dicono che ha retrodatato i post della caccia al tesoro. Ma io li ho visti, so che sono stati inseriti dopo l'apertura del Blog, sono scemo? Ho forse alcune allucinazioni? Gli accusatori dicono che lo si può capire dato che i post in questione risultano scritti, secondo la cronologia di quel sito, almeno due anni dopo la data sul post. Non può passare neanche per la testa che ci sia stata una sorta di modifica in qualche punto. Il secondo post comprendeva una lista di autori scoperti dai visitatori, e quindi credo che quella lista sia stata aggiornata man mano. Ma niente. Accusano, gli accusatori, i fan più puri di non voler stare a sentire, mentre anche loro non vogliono sentir ragioni.

Comunque ci ho pensato, io sono un fan del signor Daniele dai tempi di Mai dire gol, se so che molte delle sue battute dette in questi anni sono di altri un po' mi dispiace, è normale. Anche se c'è una motivazione sotto. La caccia al tesoro alla fin fine consiste nel pararsi le chiappe(scusate l'eufemismo) se per caso lui venisse accusato di volgarità o cose simili. E' uno stratagemma neanche suo ma preso pari pari da Lenny Bruce che fu portato in tribunale per una battuta che era, in realtà, di Aristofane. Un genio. Ma anche Lenny Bruce ha vissuto lo stesso attacco mediatico? Credo di no, non c'era internet ai suoi tempi. Non c'era la possibilità di scandagliare le ricerche su più fronti, non c'era la tecnologia più disparata. E forse il signor Bruce era più bravo del Luttazzi. Ma non posso dirlo finchè non vedo le sue opere.

Comunque Luttazzi ha parlato, oggi, dalle righe del Fatto Quotidiano. Ne è uscita fuori un'intervista un po' forte contro coloro che lo accusano. Come è ovvio che sia. Ognuno difende il proprio orticello. Io desidererei una cosa sola, giunti a questo punto. Così la si chiude una volta per tutte. Mi piacerebbe che l'autore del blog e l'autore del video uscissero fuori, dicessero i loro veri nomi e si giungesse alle naturale conseguenze del caso. Ovvero: accusa dei due, denuncia del Luttazzi, controdenuncia dei due, e successivo confronto in tribunale. Se Luttazzi copia sicuramente sarebbe condannato, pagherebbe ciò che deve pagare, la finirebbe di fare ciò, e tutti i fan vivebbero felici e contenti. In caso contrario gli accusatori la passerebbero male. D'altronde non puoi fare di un evento la tua ragione di vita e poi si vive nell'ombra. Non puoi aggiornare, ogni settimana con otto-dieci battute, la lista delle scopiazzature e non rivelare chi sei. E' facile attaccare non avendo un nome e un cognome. Io non ci riuscirei. Qui ho messo nome, cognome e soprannome. Ho ricevuto anche io le mie belle critiche da persone che mi andavano a cercare. E ci ho messo la faccia, quello che non noto negli accusatori. E che dovrebbe uscir fuori. Senza temere niente. D'altronde, da ciò che leggo in codesti giorni su Facebook o altrove, son più gli ex-fan del Daniele che altro. Che, aggiungendosi a chi Luttazzi non l'ha mai supportato, ci si potrebbe fare un esercito. Indi, perchè aver paura?

Suggerirei, inoltre, di avvisare tutti i comici americani, citati o copiati. Tutti. Così la storia raggiunge un suo punto finale e la si smette di fare ciò. E soprattutto suggerisco a chiunque voglia farsi un'idea di tutto ciò di farsi un giro sia sul blog dell'accusa, sia sul blog del Luttazzi, ma ci troverete poco e niente, sia su 0-Nan, blog di un informatico che prima il signor Daniele ha usato a sua difesa e poi ha cancellato il link. E di ciò mi son dispiaciuto. Non si può prima trovare un punto a favore e poi pensare che non lo fosse.

Comunque eccoci giunti a delle conclusioni che per me sono d'obbligo:

-) Basta con la caccia alle streghe al più importante autore satirico italiano. Che non può neanche andare in tv, che ora fa pochissime date teatrali, purtroppo, e che però ha dalla sua sempre l'inventiva geniale che lo contraddistingue. Non dico di non accusarlo, ma che lo si faccia allo scoperto. Così l'è più divertente.

-) Che si dica tutto sull'abilità censoria del Luttazzi(che fa rimuovere i video con le sue immagini) ma è una cosa risaputa. Durante i suoi spettacoli dice chiaramente di spegnere le telecamere, perchè non si può riprendere senza il suo consenso. E' il suo lavoro. Ed ovviamente la Krassner, che è un'azienda riferita anche a lui, si mette d'impegno a far sparire quei video. E' puro copyright.

-) Aggiungo che il signor Daniele, in tanti anni dall'apertura di codesto spazio, non ha mai avuto da ridire sulle battute che ho scritto riprese dai suoi libri, sulla foto che uso per segnalare tutti i miei post o su altro, e ci è passato alcune volte, ho le mail che lo dimostrano. Forse sarà perchè non lo attacco, dirà qualcuno.

-) Se arriva qualcuno per segnalarmi i video in quesione, perde tempo. Già li ho visti e rimango ancora da questa parte della barricata. Quando un "mito" dimostra di essere solo una persona normale come tutte le altre, il fan si intristisce. Per me è ancora un mito e nello stesso contempo una persona normale. Nessuno è onnipotente e nessuno può piacere a tutti. Ci sarà sempre gente che lo andrà a seguire a teatro, io sarò uno di quelli.

-) Posso dire una cosa, sincera sincera? Non capisco il perchè una persona che è in disaccordo su un artista, un politico o un qualsiasi esponente di una categoria, debba farlo sapere ai fan del suddetto. Io sono iscritto al gruppo di Facebook "vogliamo luttazzi in Rai". Perchè la gente che non apprezza quel suddetto gruppo e quel suddetto scopo si iscrive per insultare? Son cose che non ho mai fatto e vorrei che gli altri non facessero. Non ci tengo a iscrivermi ad un gruppo sul partito delle libertà perchè aborro l'idea che qualcuno veda che il sottoscritto si iscrive a quel gruppo. Ne avrei tanta paura per la mia immagine.

-) Aggiungendo al punto di prima: non capisco neanche perchè alcuni cerchino di portare adepti all'odio verso Luttazzi. Come se ci guadagnassero qualcosa, non so.

-) Ah, tutti dicono che le battute di Hicks, Carlin e compagnia bella se dette da Luttazzi sono orrende, ma nell'originale sono eccezionali. Posso dire che non ci noto tutta questa differenza? E questo è un punto di critica sia per gli accusatori, sia per la difesa. Chi lo capisce merita 100 punti carburante.

-) Luttazzi si incazzava anni fa nello spettacolo teatrale "Adenoidi"(l'originale o una delle riprese, ma credo sia l'originale) contro coloro che gli "rubavano" le battute. Il signor Bonolis per una battutina è stato citato duecentomila volte in codesti giorni. Lui la disse a "Striscia la notizia"(quando ancora non si odiavano a vicenda lui e Antonio Ricci) e Luttazzi se la prese a teatro. Disse che non ci si rubano le battute tra comici perchè poi ci si piglia a cazzotti. Il motivo è perchè, poi, non si può più dirle in televisione, aggiunse. Anche ultimamente è ritornato su codesto fatto ma su Benigni e la Litizzetto che gli hanno "anticipato" la battuta sicuramente sua di Bindi-Bondi. Ora: Luttazzi si inalbera per il "plagio" o perchè gli rovinano un suo possibile ritorno in tv? Se è per la prima, sarebbe molto ma molto incoerente, se è per la seconda si potrebbe capire. Almeno secondo il mio parere. E allora perchè "ruba" dagli americani? Perchè magari quelle battute non arriverebbero mai qui, soprattutto perchè ci sono autori deceduti, il che rende la cosa impossibile. Indi Luttazzi fa un piacere al pubblico o lo prende per i fondelli in maniera esagerata? Tutto ci riporta sempre sulla "caccia al tesoro", e a ciò che io ricordo. Non è possibile provare, sia per gli accusatori, sia per la difesa, se il comico ne abbia mai parlato in tv, o sui giornali prima del 2005. Forse è successo o forse no, forse è ricorso alla linea difensiva solo da quell'anno in poi. Ma io continuo per la mia strada. Attendo le verità definitive. Se mai ci saranno.

-) I commenti all'intervista del Fatto Quotidiano hanno raggiunto e superato i mille. Non c'è che dire, nel bene o nel male il signor Luttazzi fa sempre notizia.

-) Infine: questo post è stato fatto da Davide Paolino, ovvero io, ovvero me medesimo. Non ci sono insulti, cattiverie o quant'altro verso chicchessia. Ho cercato di esporre i fatti per come mi ricordo, e soprattutto credo sicuramente di aver dimenticato qualcosa. Se qualcuno vuole criticare, che lo faccia. Se qualcuno vuole elogiare, che lo faccia. Se qualcuno vuole prendere una roncola e sbattermela in testa, che non lo faccia! Non ci tengo.

----------------

Visto che ci siamo, ri-aggiorniamo un po'! Allora, ieri sera hanno trasmesso un servizio su codesto argomento a "Le Iene" su Italia Uno. In prima serata. Con un impatto mediatico e con delle conseguenze ovviamente aspettabili. La brava Elena di Cioccio, ottima iena, ha spiegato la situazione dello "scandalo dell'estate" in pochi minuti. Ha fatto notare le battute copiate, ovviamente alcune, ha presentato numeri e dati e ha provato anche ad intervistare il sor Daniele che, decisamente infastidito, è fuggito via al volante di una bici nelle strade, credo, di Santarchangelo di Romagna. Insomma, un video che ha portato altra rabbia tra gli ex fan e tanto entusiasmo e finta indignazione tra chi non l'ha mai potuto sopportare. E si ritorna sempre sul discorso principe: Luttazzi copia? D'altronde è così privo di ingegno che ha copiato anche il cognome d'arte. Indi tutti gli indizi portano ancora a quella risposta che molti si danno, ovvero sì. Categorico, senza se e senza ma. Indi altra merda su di lui, e molto son convinti che se la meriti, e altra pubblicità negativa, come se non ne avesse abbastanza. Così il massacro è fatto. Ma, badate bene, non sono uno che grida al "Iene serve del potere", dato che siccome trasmettono su una rete Berlusconiana si potrebbe pensare che siano assoggettate al potere supremo del proprio produttore. D'altronde qualche cosa contro il Silvione nazionale e i suoi discepoli, l'hanno pure fatta. Indi questo punto del dietrologismo globale si può eliminare. Passiamo oltre.

Per me bisognava linkare nel video, oltre al sito dell'accusatore, anche la difesa del Luttazzi che era sul suo Blog dal titolo "Luttazzi smascherato". Non mi ricordo se la iena l'ha detto, ma di sicuro Daniele sì mentre se ne scappava ingranando la quinta marcia.

Gentilmente e pacatamente, però, sembra veramente che il servizio sia molto accusatorio. Come è di norma fare a "Le Iene" tranne se si parla di Lucci che fa finta di volerti bene ma in realtà è così che ti fotte. Hanno tutto il diritto di farlo. Ci guadagnano in credibilità, credo, e in ascolto.

Chiedere una bella intervista esclusiva al Luttazzi non sarebbe una bella idea? Anche se credo non accetterebbe mai.

Son sicuro che codesto video si vedrà molte volte durante l'anno, sia prima che dopo la mezzanotte. La bomba sta per esplodere, così come è accaduto in estate, e Studio Aperto ha già stappato lo champagne.

Il fatto che Daniele scappi via, alla vista della Di Cioccio, la dice lunga sul suo entusiasmo su questo argomento. Non ho la possibilità di affermare con certezza che ha ragione lui o i suoi detrattori, come nessuno( e sottolineo nessuno) può affermare con certezza che esiste un essere supremo. Indi mi reputo "agnostico" anche nell'affaire Luttazzi. Finchè non si vedrà una bella sentenza definitiva, e magari anche un maxirisarcimento del Daniele ai comici defraudati, io rimango nel mio orticello e continuo a dire che Luttazzi è un gran comico e che a me fa sganasciare e che quelle battute lì io non le conoscevo indi le risate che ho fatto, in passato, non le tiro indietro. Anzi, me piacciono ancora e ancora.

Quella dello "stronzo nero" è effettivamente meravigliosa!

Infine, dulcis in fundo, grazie per i contatti che aumentano vertiginosamente ogni volta che si parla di lui. Da ieri a oggi più di 300 visite solo su questo post. Indi questo risultato ha due significati: o ho scritto veramente un gran bel post, o non frega a nessuno di questo Bloggo e venite solo per leggere ciò. Ai posteri l'ardua sentenza. Anzi ai post! Che battutone. Magari la riciclo a Daniele.

Aggiornato il 21 Settembre alle ore 18 e 45

---------------------------------------------

Visto che ci siamo ancora. Oggi 15 Ottobre, il sior Luttazzi spiega ancora tutta la questione, aggiungendo altro, sul sul Blog che trovate cliccando qui. Mi fa piacere essere nella parte dei "difensori accaniti". D'altronde da tutte e due le parti ci sono le cosidette, come si dice da queste parti, "cape toste". Ma ritengo di non essere arrivato a quel punto estremo. Ciò che so è che Luttazzi è bravo, mi fa ridere, fa satira e non vedo l'ora di trovare il suo Almanacco 2010, dove ci dovrebbero essere anche mie battute. Olè!

15 commenti:

MaxBrody ha detto...

Eh, ma sai, in Italia se non si estremizza ogni cosa non si é contenti. Credo sia una questione di genetica.

p.s.: new look? Complimenz!

kheimon ha detto...

Ehm scusa non hai proprio nulla da dire sul fatto che Daniele ha detto "noi comici per queste cose [i plagi] ci prendiamo a cazzotti" salvo poi averlo fatto lui a man bassa...
Eh, che bello essere fanboy.

luttazzi4ever ha detto...

Vero, l'ha detto nello spettacolo di Adenoidi(non so se il primo o qualche ripresa) e se la prendeva con Bonolis per il fatto di avergli bruciato una battuta in tv. Non per il plagio, ma per averla detta al suo posto.

Cosa che ha detto anche poco tempo fa contro la Litizzetto e Benigli per la battuta Bindi-Bondi. Gli rovinano la possibilità di dirle in tv.

Se si segue codesto ragionamento lui potrebbe dire semplicemente che gli autori americani non potrebbero mai lamentarsi perchè loro, appunto, sono americani e che quindi in Italia non direbbero mai codeste battute. Per quelli ancora vivi s'intende.

Per il resto essere un fan boy non implica che credo in ogni sua parola e lo difenda a costo della vita, cosa che, dalla tua frase finale, vuoi farmi capire. Semplicemente sono dalla sua parte e l'ho anche criticato nel mio post. Poi, chi vuol capire capisca.

Grazie del passaggio fugace!

luttazzi4ever ha detto...

E comunque ho inserito la dimenticanza nel post! L'avevo detto che mi sarei perso qualche punto, d'altronde.

Colei che... ha detto...

Da fan di Luttazzi non posso che concordare con il tuo post.

Cece ha detto...

Ok, sono uno dei famosi ex-fan. Il problema del plagio è semplice. Se Luttazzi avesse fatto uno spettacolo intitolato "Luttazzi interpreta George Carlin", sarei corso a vederlo. Il fatto che le battute (e davvero tante, purtroppo) venissero dette all'interno di spettacoli registrati in SIAE a nome di Daniele Fabbri, senza alcuna allusione agli autori di gran parte delle battute, se permetti, un po' mi fa incazzare ma soprattutto mi intristisce. Perché significa contare sulla poca dimestichezza del pubblico con l'opera di grandi autori esteri.

"La battute io le miglioro", sostiene Daniele. Eh?

L'idea del "difendersi dall'accusa di volgarità" non tiene. Se una battuta è volgare, che l'abbia detta Bill Hicks non cambia nulla: resta sempre volgare, non vedo come questo possa mettere l'artista che la dice al riparo dalle accuse. Significa arrampicarsi sugli specchi, o no?

La "caccia al tesoro", poi, suona come un pararsi le chiappe contro chiunque scopra il trucchetto delle centinaia di battute "prese a prestito". Sono assolutamtne d'accordo con te quando dici che la gente dovrebbe venire allo scoperto, e che andrebbero allertati i comici "plagiati" ancora in vita. E che si faccia chiarezza, una volta per tutte. In questo ti sostengo pienamente. Ma temo che di fronte all'evidenza il nostro Daniele non potrebbe che avere la peggio.

In effetti, alcuni comici americani (Emo Philips fra tutti) sono già venuti a conoscenza del fatto e hanno espresso il loro sconcerto. Il tempo ci dirà cosa pensare. Per il momento (per me) resta la delusione di avere, a suo tempo, individuato alcune delle battute copiate, ma aver pensato solo alla "caccia al tesoro", ignorando che nello stesso spettacolo c'erano monologhi di 10 minuti interamente fotocopiati.

Forse per te è diverso, ma per me la presa in giro è pesante. Inoltre da tutto questo polverone emerge un Daniele Luttazzi che, lontano dall'essere il migliore autore satirico italiano, come dici tu, è un ometto irascibile, pronto alle vendette, alle ripicche, che passa il suo tempo a leggere cosa si dice di lui online. Che ha costruito una carriera (la lista si allunga, perdio!) su spettacoli che erano centoni di battute altrui.

E, questa è la cosa peggiore, il quadro mostra un artista piuttosto piatto (come la sua musica o la sua abilità interpretativa, che già mi infastidivano - ma all'epoca pensavo che i testi valessero tutto). Se ora a poco a poco scopriamo che neanche i testi erano suoi, cosa resta?

Anonimo ha detto...

Apprezzo molto il tuo scritto, molto equilibrato e non urlato ma, pur ritenendo che la cosa non sia molto importante, sono uno di quelli che si sentono presi per il culo da Daniele Fabbri. Non tanto dagli anni di battute copiate, ma dalla autodifesa di Fabbri e dalla sua inconsistenza da un lato, dalla sua presunzione dall'altro. L'inconsistenza: battute copiate alla lettera, possono dirsi "migliorate" o almeno "cambiate" anziché solo "tradotte" con un minimo di adattamento al contesto? Se non sono cambiate, come può rivendicare originalità e diritti d'autore? E, se sono cambiate, non cade forse il suo argomento sulla "difesa dalle accuse di volgarità"? Inutile dire "Prima di me l'ha detto Hicks, quindi è satira raffinata e non volgare" se insieme affermi che hai fatto tua la battuta rielaborandola. E se ci hai messo tu l'elemento volgare che mancava nell'originale? E se, poniamo, Emo Philips avesse detto una battuta sapendo di essere volgare e volendo esserlo, perché gli serviva di generare quell'effetto? Immagino Luttazzi: "La mia battuta non è volgare perché l'ha già detta Emo Philips"; Emo Philips: "La mia battuta è volgare, mi aspettavo le critiche e anche qualche denuncia". L'ho inventato, ma non è umanamente possibile che qualcuno accetti la responsabilità per le cose che dice invece di accusare gli altri di ignoranza?
E qui veniamo alla parte relativa alla presunzione: ammetto di avere bisogno (almeno) di un dizionario per capire la parte "tecnica" della difesa di Fabbri. Ammetto molto di meno, invece, che un professionista della comunicazione, dotato anche di un buon background teorico, oltre che di molta esperienza sul campo, esordisca dicendo che vuole chiarire tutto e per farlo usi termini e giri di frase che mi obbligano a consultarlo, quel dizionario. Nel momento in cui uno si aspetta che l'Autore offeso scenda in strada con la spada della sua eloquenza affilata e spieghi le cose in modo che nessuno possa far finta di non aver capito, con frasi secche e brevi come rasoiate, cosa succede? Che Fabbri si trincera dietro i "ruoli attanziali", senza trascurare di stendere un po' di filo spinato isotopico e di predisporre un campo minato di semiotica varia. Per finire con il tocco di classe dietrologico del "chi c'è dietro". (Che a volte è sensato, si capisce. Anch'io vorrei sapere chi c'è dietro le accuse di stupro e molestie a carico del curatore di Wikileaks.) Altre volte è puramente pretestuoso, è solo il gatto che gonfia il pelo per sembrare più grosso.
Concludendo: capisco che una volta che hai cominciato a nasconderti prolunghi il gioco finché puoi ma, una volta che ti han beccato, basta, se no con te non ci gioco più.
Comunque, ripensandoci, la sua autodifesa è stata il suo capolavoro comico. Surreale, ossessiva, con un crescendo drammatico che strappa l'applauso. Tutto sommato, la sua opera migliore. Magari può partire da lì per ricostruirsi una carriera che stavolta sia davvero frutto del suo ingegno.

Anonimo ha detto...

sinceramente documentandosi sulla vicenda si scopre che c'è proprio poco da discutere.
luttazzi tempo fa in una intervista ha dichiarato: "tutte le battute di "Satyricon" sono originali. (Se si sostiene il contrario occorre fare degli esempi precisi, altrimenti mi si devono delle scuse)"

era una colossale balla, c'erano decine e decine di battute rubate.

in un'altra intervista, a radio deejay, ha detto (non testuale, vado a memoria) "tutte le battute che recito sono scritte da me, non riuscirei a dirne di scritte da altri".

in più spettacoli ha tuonato contro i comici che rubano battute ad altri comici.

prima dell'immensa fregnaccia della caccia al tesoro ad un fan ignaro che aveva scoperto qualche scopiazzatura ha avuto addirittura la faccia di bronzo di dire che era lui ad averle cedute ai comici americani nell'ottica di una collaborazione, ovviamente inventata da lui, millantando conoscenza e scambi di materiale con autori che, interpellati, hanno detto di non averlo mai sentito nominare e, tra l'altro, di non essere autori di ciò che luttazzi sosteneva.

si può nascondere la testa sotto la sabbia, certo.
si può prendere per buona la fregnaccia della caccia al tesoro, come se giustificasse una mole infinita di materiale rubato, e non semplici freddure ma anche monologhi lunghi 10 minuti.

si può trovare anche qualche assurda giustificazione per la geremiade ripetuta di luttazzi per la famosa battuta rubata da bonolis, quando la stessa battuta l'aveva rubata luttazzi stesso ad un altro comico.

ma per fortuna, salvo gli ultras, c'è tanta gente che non nega l'evidenza.

in più l'attore che più di ogni altro si è lamentato della censura che si sbatte per censurare video su youtube che ne dimostrano la bassezza è la ciliegina sulla torta.

all'autore dell'articolo porgerei una scherzosa sfida: elenca le battute che ti hanno fatto più sganasciare di luttazzi. vuoi vedere che almeno il 90% è rubato ad altri?

cosa vuol dire questo? vuol dire che luttazzi non è diventato luttazzi grazie alle proprie capacità, ma lo è diventato grazie alle capacità altrui.

se ti piace buon per te. per me si chiama disonestà.

Anonimo ha detto...

p.s.: ah, non sono anonimo, mi chiamo luigi cuomo.
solo non ho account su google.

luttazzi4ever ha detto...

Visto che mi è stato proposto, le metto. 10 battute, se il 90 per cento è copiato significa che Luttazzi è un buon traduttore, meglio di Google Translate.

Allora, incominciamo:
(Da le frasi da non usare per rimorchiare una ragazza)
(Da dire soppesandosi il pacco) "Ehi bella, fai parte del figame?"

"Ciao, sono Silvio Berlusconi. Vuoi vedere la mia cappella privata?"

"Hai un ragazzo? Bene, ci pagherà il conto."

Da Satirycon, in una foto Fini e Bossi guardano l'orologio del secondo.
Fini: "La lancetta piccola indica le ore, la grande i minuti."
Bossi: "Allora o sono le 10 e un quarto o Topolino sta avendo un'erezione."

Da Adenoidi(se non sbaglio)
"Mio nonno era un duro, un vero duro. Quando faceva l'amore con mia nonna per preservativo usava un chihuaua."

"A mia nonna piaceva".

Milioni di gente per vedere la salma di Woityla. Non sapete cosa è disposta a fare la gente quando è gratis.

"Accendi un fiammifero"
"Non posso c'è il coprifuoco"
"Accendi un fiammifero buio".

"Cosa stai suonando nonno?"
"La sinfonia Haffner. L'ho scritta io."
"L'hai scritta tu?"
"Sì"
"E Mozart?"
"Ho scritto anche quella."

Vorrei stare in tv. Fare uno spot con Gandhi che dice: "Ho scelto Vodafone perchè la loro modella ha le tette più grandi".

10 battute 10. Indi 9 sono copiate. Si presume. O almeno 3 secondo le stime del Blog accusatorio. Per me si può continuare a credere un comico anche nonostante le fregnacce che dice. C'è gente che crede agli usurai, ai mafiosi, ai politici, ai poliziotti, alla fidanzata che ti tradisce davanti ai tuoi occhi, alle bocce vere quando sono palesamente finte, non credo di star facendo nulla di anomalo.

Che poi non risposta, beh, c'è qualcuno che ancora non ha risposto alla domanda "Da dove ha preso i soldi?" e la gente lo vota. Da un comico vogliamo la verità, da un politico, qualunque esso sia, ci facciamo abbindolare felici. Perchè almeno lì, ogni tanto, c'è un tornaconto. Bella civiltà che siamo.

(Ho scritto poco perchè ci sono le partite e la cena che mi aspettano. Se devo incorpare il commento lo incorpo più tardi. Prima di andare di corpo magari, ah ah ah. Questa la vendo a Woody Allen. Ci farà un film sicuro.)

Christian ha detto...

Lenny Bruce e Luttazzi, guarda, basta già questo accoppiamento per rendere veramente ridicolo tutto quello che hai detto in difesa di quello che tu definisci "il più importante autore satirico italiano"!!?? Luttazzi non copia , RUBA, lo fa da anni, senza ritegno alcuno. E' incredibile e pazzesco che ci sia ancora qualcuno che continua ad avere il coraggio di difenderlo o di dare un senso a quello che è chiaramente il delirio di una persona che sta male. Perché l'autodifesa di Luttazzi , il modo in cui l'ha portata avanti; è il delirio psicotico di un cocainomane paranoico che non riesce neanche più lui, a distinguere tra vero e falso. Cazzo, fatevene una ragione, crescete! Capisco che accettare, di aver buttato tempo e denaro per sostenere uno il cui valore artistico sia pari a zero, non sia facile, ma non se ne può veramente più. Guarda che oltre alla tua opinione, o alla mia, c'è una cosa che si chiama VERITA'. prova a dedicare il tuo tempo ad autori satirici che lo meritano veramente: Bill Hicks, George Carlin, Lenny Bruce, autori che qua in Italia, a differenza del resto del mondo, sono sempre stati deliberatamente ignorati dalla massa. Non si può sprecare tutto questo tempo, e il tempo è la vera ricchezza ai giorni nostri, a difendere un mediocre ladruncolo senza qualità alcuna, come il signor Daniele Fabbri. Hai buttato nel cesso tempo, soldi ed energia, succede, ma negare l'evidenza e persistere come stai facendo tu è semplicemente folle. Luttazzi e Lenny Bruce insieme... ma informati almeno su quello che ha passato Lenny Bruce, altro che l'attacco mediatico subito da Luttazzi, sull'importanza storica che ha avuto il signor Bruce nella lotta per l'espressione del libero pensiero. Tu accosti uno che ha fatto la storia del libero pensiero del 20° secolo con Daniele Fabbri, uno che verrà ricordato esclusivamente per essere stato uno dei più mediocri e sfacciati ladri delle idee altrui e, per aver imabastito una delle autodifese più tristi ed imbarazzanti a memoria d'uomo, solo una persona che sta veramente male con se stessa può fare quello che ha fatto lui... la caccia al tesoro...

luttazzi4ever ha detto...

Sembra veramente che, certe volte, ciò che scrivo non venga neppure notato. Si prova solo ad attaccare senza mettersi due secondi a ragionare prima. Io ho parlato dei miei dubbi e delle mie certezze ma non ho mai affermato che il signor Daniele è assolutamente e del tutto innocente. Poi chi vuole intendere, intenda. Comunque, piccolo pensiero mio: continuerò a buttare la mia vita nel cesso appresso ai suoi spettacoli(se li ritroverò in codeste parti) e ai suoi libri. Continuerò finchè ci credo. La libertà serve anche a questo. Ognuno è libero di leggere ciò che vuole, e ognuno è libero di votare ciò che vuole, anche se è del tutto inadeguato a quel ruolo che gli compete. E continuerò a ricercare la VERITA', sperando sia portata in tribunale, cosa che mi auspico da sempre. E starò dalla parte del Luttazzi sia che venga condannato(pronto per la sua rinascita) sia che venga assoluto( e troverà tanti ex-detrattori pronti a sostenerlo).Per quanto riguarda Lenny Bruce non lo conosco tanto, so solo quelle cose di lui che ha raccontato Luttazzi nei suoi libri e nei suoi spettacoli, le cose che lui ha riferito in passato. Non conoscevo neanche Groucho Marx prima di trovarmelo su Dylan Dog, le cose si scoprono vivendo.

Infine: Luttazzi non credo sia un completo beota. Se rubi cerchi di farlo in modo che nessuno, e dico nessuno, se ne renda conto. Perchè lui invece parlava di Hicks, Carlin e molti altri nei suoi monologhi? Perchè posta una sua foto con Carlin prima che passasse a miglior vita? Aveva voglia di farsi scoprire? Può darsi, ma non ho la soluzione. Così come non ce l'ha nessun altro, almeno per adesso.

E comunque sì, è il più grande autore satirico italiano. Ne sono ancora fermamente convinto.

luttazzi4ever ha detto...

Ovviamente volevo dire assolto invece di "assoluto".

Viviana Boccionero ha detto...

A me prima non piaceva. Ora mi piace.

Anonimo ha detto...

Ragazzi ma mettere scritte nere su fondo bianco no?? Dopo la lettura dell'articolo, al mio ritorno su google, gli occhi mi sn volat via dalle orbite :-)

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...