mercoledì 11 marzo 2009

Ricerca finita...



Lo sguardo di un ragazzo innamorato è la prima cosa che salta agli occhi. Si vede. Si nota. Si capisce. E' difficile, se non impossibile certe volte, mettere a tacere quel sentimento anche non parlando, anche controllando i propri gesti, i propri movimenti, le proprie azioni.
Ma è difficile non accorgersene, siamo uomini dopotutto. Amiamo, e alcuni di noi amano anche più del dovuto se andiamo a vedere. Alcuni si spingono fino all'eccesso, al limite, dal trasformare, così facendo, l'amore in ossessione e il proprio amato in una vittima di un "sentimento" malato, perverso, sbagliato. Ma non voglio parlare di ciò. Io parlo dell'amore sincero, vero, senza doppi fini. Si, esiste ancora. Per fortuna.
Non nego di essere un ragazzo romantico, forse troppo certe volte, non nego che desidero che la mia lei mi apprezzi per ciò, perchè adoro sorprenderla con il mio amore. Le ragazze amano i ribelli si sa, ma poi si cerca sempre di trasformarli in ragazzi romantici. Ma se Scamarcio cucca di brutto perchè è ribelle, difficilmente tornerà indietro. Se acchiappa tanto facendo così, un motivo ci sarà.Tutto ciò serve a far capire che le ragazze vogliono, si, l'uomo romantico, ma ciò non va a significare che lo siano anch'esse.
E la mia ragazza appartiene a questa categoria. Odia il romanticismo, inteso come periodo storico, odia essere romantica ma mi ama. E pian piano il mio cuore di burro sta trasformando anche il suo cuore di ragazza normale. E non solo ciò. Infatti, da due mesi a questa parte, la signorina spara battute su battute, indice che la mia influenza le fa solo del male. Ormai ho costruito un mostro. Comunque, riprendendo il discorso originale, vi confesso che, si è vero, mi si legge in faccia che sono innamorato. E lo si vede adesso che sono ricambiato ma si vedeva anche quando ero un triste pulzello innamorato in silenzio. E' completamente impossibile, per la mia persona, non far notar quel sentimento. Si nota. Si vede. Si deduce da ogni minimo avvenimento. E si notava anche quando ne soffrivo prima. Ma molti non mi guardavano effettivamente e non se ne accorgevano, o alcuni hanno fatto finta di non guardare, compresa lei.
L'amore è dappertutto, vero, ci metto la mano sul fuoco. L'amore è tutto. Il mio ideale di vita si basa attorno all'amore, alla passione, all'incredibile complicità che può accomunare due amanti. L'amore è tutto, ogni cosa che facciamo è e parte dall'amore. Anche voler bene ad un amico caro è amore. L'amicizia è amore trasformato in bene. Bene puro. Ma di amicizia ho parlato fin troppo, questo momento lo dedico completamente a lei.
Perchè sarà questo tempo che ci accomuna.
Sarà quelle due strade che ci dividono e che prima non conoscevo bene, ma adesso le ho fatte e rifatte cento volte e le voglio percorrere per molto tempo ancora.
Sarà per l'attesa di vederti all'andata, che mi spinge a camminare più veloce.
Sarà per il battito forte del mio cuore al ritorno e al bisogno di rivederti ancora che si fà strada dentro me.
Sarà per il tuo sorriso, il tuo viso, i tuoi capelli "da lavare".
Sarà per le tue labbra, l'altezza, o per il naso "che non c'entra ma è bello perchè è uguale al mio".
Sarà per le innumerevoli volte che ti dico che sei bella, e ti arrabbi per questo.
Sarà per ogni minimo verso di poesia che ti ho dedicata.
Sarà per ogni parola pronta a risollevarmi da questo baratro cui sembro, sempre più, sprofondare.
Sarà per le nonne organizzatrici.
Sarà per il tavolo da biliardo, il ping pong, il piano. (La batteria??? Ce la siamo dimenticata!)
Sarà per il futuro, che prima vedevo sempre nero e lontano, ma con te riesco ad organizzare e già ad amare.
Sarà per le tue lacrime che mi fanno star male.
Sarà per quel modo che hai di "toccarmi l'anima" che mi porta lontano, con la mente e con il cuore, nella felicità più estrema.
Sarà che stiamo all'inizio ed è tutto così bello.
Sarà che voglio che l'inizio non finisca mai, e un pò una contraddizione, ma vabbè.
Sarà che verranno i pianti, i litigi, i problemi, i dolori, gli amari sapori, ma tutto, con te, sarà superabile, ne son sicuro.
Sarà che ho sempre sognato di avere una persona così al mio fianco. Sarà che quella persona sei tu e non mi poteva andare meglio. Si, lo so, ho vissuto altri amori, come tutti, forse ho usato, qualche volta, alcune di queste parole ma giuro che, ora, in cuor mio, tutto quello che dico lo sento, è vero, ed è dedicato a te. Il mio amore è sincero, tutto il resto è vano, queste parole sono un modo per dimostrartelo. E questa frase è solo per te. Ovviamente è roba mia:

"Saperti mia non mi fa sentire sicuro del tuo amore. So che me lo devo guadagnare, meritare, e so anche come lo dovrò ottenere: rispettandoti, donandoti libertà immensa e semplicemente amandoti."

Ps: Post romantico! Indi a ti, mia cara, non piacerà affatto.
Ps2: Lo so che ti piace lo stesso. Ma ogni tanto è così bello "sfruculiarti".
Ps3: Per quelli che cercheranno il suddetto termine su Google, sappiate che significa "stuzzicare", "punzecchiare bonariamente", è napoletano, baby!
Ps4: Post mieloso che più mieloso non si può. Ogni tanto fa bene.

4 commenti:

carmen ha detto...

e io sarei un mostro costruito da te...
ricorda sempre ke sei tu quello ke dipende da me, io sn io e basta e sn la pura costruzione del mio io, tsè.
kmq ci tengo a precisare ke si qst intervento è bello ma sl xkè parla di me e xkè inizia con un mia foto:D
ahah
parlando seriamente
grazie
ti amo
carmen

DjJurgen ha detto...

Cmq se ti riferisci alla tua faccia da pesce lesso, quella ce l'avevi anche prima!! :P
Lo sai che dopo questo post sono stato illuminato? Non appena ho finito di leggerlo ho avuto una visione: ero ricoperto da uno strato doppio di melassa, e cercavo di dimenarmi come un forsennato. Mi trovavo in uno spazio buio, in cui non vedevo nulla. Quando riuscivo ad allungare le braccia, facevo giusto in tempo a sentire attorno a me delle pareti morbide, quasi fossero di carta. Poi il dolore dovuto alla morsa della melassa diventava sempre più forte, e non riuscivo a tastare altro. Non riuscivo a muovere le gambe, sentivo una strana polvere che me le imprigionava, impedendomi i movimenti degli arti inferiori. Lentamente, con uno sforzo sovrumano, sono riuscito a liberarmi dallo strato di melassa e, dopo aver liberato anche le gambe, sono riuscito a toccare di nuovo le pareti. Mi accorsi che, tirandole, le pareti si stropicciavano. Allora pensai che potevo accartocciarle tutte, fino ad arrivare all'uscita. Le mie mani cominciarono a grattare e a tirare sempre più velocemente le pareti, fino a quando la mia testa non arrivò al soffitto. Dopo averlo tastato, capii che potevo bucarlo. Lo bucai con le unghie. Uscii e mi guardai intorno. Ero in una bustina di zucchero che tu stavi per mettere nel miele extra-extra-dolce. Poi mi sono ripreso, e ho commentato il tuo post!! :P

DjJurgen ha detto...

p.s. un grande benvenuto a Carmen, che ha tutta la mia stima e comprensione!! :D
Non sai che peso ti sei accollata! (e per le battute: almeno tu salvati!!! :D )

Anonimo ha detto...

è davvero bello..
soprattutto VERO..
si percepisce :)

"ogni tanto è bello sentirsi così amata"

non è riferito a nessuno in particolare..ogni riferimento è puramente "casuale"
-___-"


bell'intervento Dade!^^

patty*

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...