martedì 17 marzo 2009

Fuori c'è un mondo migliore



Salto nel vuoto
attraverso cascate di sabbia,
tra volontà passionevoli
e la prigione dei sensi.
Osservare le tue foto,
capire ciò che pensi,
desiderare il tuo profumo,
far pace se menti.

Vola la meraviglia,
tra risate disperate
e tristi serate
passate a preoccuparsi
per dolori e malori,
capendo che chi ti somiglia
è il centro dei tuoi umori.

Scordarsi del futuro,
addentrarsi a pugno duro
nel presente più sicuro
e ritrovarsi, di contro, un muro.

Ridere ancora e ancora risate,
per cancellare le storie passate.
Ridere ma essere finti
urlare mentre, disperato, canti.
Segno che tutto è sbagliato,
il malessere è ritornato
a mesi, a giorni, a secondi
non vorrei far caso alle grida dentro,
ma, in questo momento,
son l'unica cosa che sento.

Lacrime e potere
circondano queste mie sere,
privo di qualsiasi scopo.
Magari lo scoprirò, prima o dopo.

Pianto liberatore
attendo la tua venuta,
tra ricordi e avventi
percorri la tua strada.
Ti fermi sempre al punto cruciale,
sugli occhi rimani,
non scendi, non sali,
fermo, immobile,
dove fa più male.

6 commenti:

Anonimo ha detto...

mmm..
diciamo una poesia un pò mix tra gioia e dolore..
belle parole..
bella anke la foto
la ruberò!
prrrr

pattule*

andrea ha detto...

Prova a scrivere canzoni.

giorgia ha detto...

ma cos'era uno scherzo? oppure davvero per voi/te/egli è una cosa Decente?
a me sembra più una bruttura degna da emo-copia di baby singer gang di secondo liceo pregni di nottate ad ascoltare i gemelli diversi, troppo grandi per ammettere che si vede ancora sanremo, troppo piccoli per nascondere adeguatamente che si amano troppo le filastrocche.....
peccato, avevo trovato il link da un'altro blog un po' più allegro andante.
psykola

luttazzi4ever ha detto...

Uhm...con calma rispondo alle tue domande piene di un livore che non possiedo e non capisco il perchè vien rivolto verso la mia persona da te, manco ti avessi ucciso il cane. Cosa che non farei mai, d'altronde.

Ordunque rispondo alle tue accuse, ehm...domande.
Per me non è una "cosa Decente", io scrivo, elaboro, posto, e attendo il parere che può essere positivo come negativo. Poi, purtroppo, non ho l'età per essere un ragazzo di secondo liceo, lo vorrei ma quell'età mi è, alfin, lontana.
Non mi piacciono i Gemelli Diversi, ma stravedo per le vecchie canzoni degli Articolo 31, Negramaro, Elio, Luttazzi, e spazio tra tutto il pop all'italiana e canzoncine anche stupide che passa il convento.
Ah, mi piace Sanremo e lo vedo, l'ho detto molti post sotto. E soprattutto lo sento col commento Gialappiano.
Le filastrocche non mi sconfinferano ma il mio lato bambinesco è molto accentuato, si nota, non ti preoccupare.

Ho scoperto da dove hai preso il link, beh, il blog di Max te lo consiglio, merita veramente e pensa che iniziò a scrivere leggendo le mie idiozie. In questi casi si può dire che l'allievo ha superato il "maestro".

Cordialmente,
Davide.

Ps: "Baby singer gang" mi piace una cifra!

MaxBrody ha detto...

Ora capisco la visita del Lutty..
sì, è vero che ho iniziato scimmiottando le opere demenziali di Davide (molto più divertenti).

non è vero che ho superato il "maestro", ma abbiamo intrapreso vie diverse.

Ora che ho confessato tutto, spero nella clemenza della corte: non fatemi leggere le poesie di Davide una dietro l'altra, vi prego!! La melassa mi ucciderebbe!

(:D)

luttazzi4ever ha detto...

Uhm...il momento appiccicoso colpisce tutti vedo...ma ve ne pentirete quando sarò famoso al mondo come il nuovo Moccia!!!

Uah uah uah!

E le poesie di Sandro Bondi sono peggiori!!!

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...