giovedì 13 agosto 2009

C'era una volta



C’era una volta una ragazza molto carina che aveva un grande amore. Viveva per lui, passava le giornate attendendo il suo ritorno a casa felice e festante, anche se in apprensione. Era tutto ciò che aveva desiderato perché lui era perfetto. E lei guardava in avanti con ottimismo, qualunque cosa succedesse. Qualunque sventura capitasse. Lei amava molto quella persona. Lei amava molto suo padre.
Ma purtroppo, si sa, le favole non vanno mai a lieto fine e la dura realtà a volte ci fa male, ma non sappiamo mai effettivamente quanto e come. La ragazza ebbe un duro colpo, uno di quelli che ti buttano a terra, ti sconvolgono l’esistenza e ti fanno star male per giorni, settimane, mesi, anni o forse non ti abbandonano mai. Il dolore cresce fino a diventare insostenibile alcune volte. E’, purtroppo, il dazio da pagare quando si incontrano persone perfette, quelle messe sulla terra per il solo scopo di farci stare bene. E lei un giorno di sette anni fa perse quel raggio di sole che le illuminava le giornate. Perse quel suo piccolo angolo di paradiso. Perse suo padre. Per un incidente. E questo le fece male. Molto male.
Ma non perse ciò che il suo spirito le suggeriva: l’ottimismo. E cercò, nel bene e nel male, di continuare a sognare, a capire, a crescere. Era poco più che adolescente, le forze non le mancavano, era la testa che aveva bisogno di un aiuto. Di un piccolo segno che le dicesse che tutto ciò che aveva perso l’avrebbe, ugualmente, accompagnata lo stesso nel lungo cammino della sua vita.
E un giorno accadde. Le sorprese sono il sale della vita, quell’attimo di incertezza su ciò che accadrà ci dà voglia di continuare a vivere e piccoli avvenimenti accadono. Quasi per caso, quasi per coincidenza, quasi per fede o perché così deve essere.
La ragazza e sua madre erano solite andare a ricordare la loro perdita nel luogo ove comunemente si conservano i resti dei propri defunti. Solo che loro non erano mai sole. Ad attenderle, ogni volta, c’era un cane, un incrocio, di taglia piuttosto grande che, abitualmente, si sedeva di fronte alla tomba del’uomo semplice. Così a lei piace ricordarlo.
Il cane le attendeva sempre in quel posto. Ogni volta, ogni giorno. Per un po’ di tempo. Fino a che, un giorno casualmente, il grosso quadrupede decise di sfilacciare un pezzo della borsa della madre della ragazza. Il miglior amico dell’uomo rubò quel piccolo filamento e, da quel giorno, non si fece più vedere.
Passarono più di due mesi. La ragazza e sua madre di nuovo in visita nel cimitero, inaspettatamente, lo videro. Era lì. Dopo sessanta giorni o più, che le attendeva. E nella sua bocca, stringeva ancora quel pezzo della borsa. Il cane glielo riportò, quasi come a scusarsi di averlo preso o forse per farle capire che niente è perduto. Che nessuno le ha abbandonate. Che c’è qualcuno, sempre, che le proteggerà ovunque vadano. Che non devono aver paura. Lui c’è. E le vuole sempre bene.

Quel grande cane non si fece più vedere. Scomparve e non ritornò mai più in quel cimitero. O forse cambiò orari, fatto sta che nessuno sapeva chi fosse e dove fosse. E nessuno aveva mai notato dove andasse. Fatto sta che, da quel giorno, la ragazza sentì crescere dentro di se l’amore che aveva sempre tenuto per il suo uomo. Cosa incredibile dato che era già ai massimi livelli. La ragazza capì che lui ci sarebbe sempre stato. E questo le sarebbe bastato.

Il dolore non diminuisce con gli anni, pensiamo di sentirlo svanire ma così non è. Il dolore è quella parte di noi che rimane in attesa perché, da un momento all’altro, può ritornare fuori, può farsi risentire e continuare a farci soffrire. Ma che senso ha rimanere nel dolore? Che senso ha farci conquistare da quell’attimo di solitudine, di infelicità, di nulla? La ragazza continua sempre a vivere nell’ottimismo e giura che ogni momento felice che ha vissuto è un dono. Che ripensa ai momenti trascorsi ed è contenta. Che la felicità dura per sempre. Perché in ogni ricordo di un momento felice si nasconde l’immenso, l’infinito. Quel momento è personale, e nessuno potrà rubarlo. Il dolore ci accompagnerà per tutta l’esistenza ma è con l’amore che potremo sconfiggerlo, costi quel che costi.

La ragazza è cresciuta. E’ sempre carina. E’ sempre forte. E’ sempre ottimista. La ragazza merita tutto ciò che ha e che avrà. Soprattutto l’amore di un ragazzo che pensa sempre e solo a lei…

8 commenti:

stella ha detto...

Sembra proprio una fiaba a lieto fine.
Il brano mi ha emozionata molto per i valori che mette in evidenza.
La conclusione sull'Amore è perfetta!
Complimenti!

Carmensì ha detto...

grazie,semplicemente grazie.
TI AMO.

Petty ha detto...

non so ke dire..
ma dev essere davvero brutto un dolore del genere..
ma bisogna essere forti e guardare avanti
:)

DjJurgen ha detto...

Un bellissimo racconto,davvero toccante. Il merito, come sempre, non è del narratore ( :P ), ma della ragazza protagonista...il merito è della ragazza e del suo ottimismo...della sua voglia di andare avanti nonostante la perdita di una persona importante...credo che sia una grande lezione per tutti noi, stupidi viziati sempre a lamentarci e a frignare per le piccole stupidaggini...dovremmo prendere esempio dalla ragazza del racconto, una ragazza forte e una persona innamorata della vita...
l'unica cosa da cui non dovremmo prendere esempio sono le sue scelte amorose, però: non mi pare che scegliendo un CERTO ragazzo abbia fatto un grande affare!!! :P

Pulci ha detto...

Buon Ferragosto!

calendula ha detto...

noi donne sappiamo sempre quello che facciamo se la ragazza ha scelto un determinat ragazzo avra le sue sacrosnte ragioni... mi ci ritrovo nel racconto sono un'ottimista nata...

MaxBrody ha detto...

Anche una mia "cara" amica (eufemismo) è sempre ottimista, solare etc, al contrario di me..mi sorge il dubbio se non sia una questione genetica, a 'sto punto! Anzi, io direi proprio che è così..

Complimenti per il racconto, auguro tutto il meglio ad una coppia così perfetta!

Antonella ha detto...

I miei complimenti. Lineare, semplice ma molto efficace.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...