lunedì 2 novembre 2009

La rivincita dei Nerds!

Il tutto con un plurale inglese che fa più figo!


Qui potete trovare tutte le foto cosplay di Lucca Comics and Games 2009.E ora che abbiamo messo da parte i ricercatori di travestimenti, possiamo andare avanti.

Una fiera, migliaia di persone, centinaia di migliaia di fumetti, decine di mostre e conferenze. Migliaia di personaggi famosi. Tanti disegni, qualche faccia conosciuta e tanta ma tanta stanchezza. Questa è Lucca Comics. E lo sapevo bene fin dall'inizio.

Due anni fa ebbi l'occasione di partecipare, per la prima volta, in questa fiera. Rileggendo il mio resoconto, preciso non c'è che dire, della scorsa volta mi rendo conto che sono cambiato molto in due anni. Per fortuna direi.
L'entusiasmo era quello di un tempo, solo un po' affievolito dal viaggio stancante in treno con alcuni over 60 che riposavano beatamente dove io, per colpa dei miei due metri, non riuscivo a prendere sonno e a trovare spazio. Ma, si sa, Lucca vale qualche dispiacere. Ho avuto, quest'anno, la fortuna, l'onore, la possibilità di ospitalità gratuita. Sebastiano, questo è il suo nome, un mesetto fa mi fece la proposta. Ed io, tra mille e più ripensamenti, ho deciso di accettare. A malincuore, lo devo pur ammettere, perchè mi sembra, nel bene o nel male, di approfittare della gentilezza altrui. E ora, dopo tre giorni, mi sento di avere un debito grosso quanto una casa che, un giorno o l'altro, sicuramente proverò a ripagare. Non so ancora come ma un modo mi verrà in mente.

Lucca è bella. Come città, principalmente. Il centro storico è una mazzata sul cuore. Capace di farti innamorare di ogni minima pietra di quelle mura gigantesche che lo circondano. E poi, in questa edizione, ho notato molta più facilità nel trovare gli stand, cosa che, due anni fa, mi risultò proibitiva. Infatti dopo quattro giorni di fiera scoprii di non aver visitato due e più stand perchè non li avevo mai trovati. E la prima sicurezza è andata. Lucca è bella. E nessuno potrà mai dire il contrario, secondo me. Nota d'apprezzamento: essendo il centro storico proibito e proibitivo per le macchine, i lucchesi usano molto la mia tanto amata bici. E sono molto felice di ciò. Ecco una città adatta, sembra, per vivere.

Lucca Comics è un sogno per ogni nerd. O presunto tale. Molti lettori di fumetti, in questi giorni, notano che esistono migliaia di ragazzi che sono ancora più nerd di loro. E' quasi una gara di nerdosità, se mi passate il termine. E' quasi una lotta a chi più ne sa in quell'ambiente così vasto e smisurato quale è il fumetto. E, il sottoscritto, ci sguazza piuttosto bene. Almeno così credo.
Nomi, facce, e personalità. Questa è la rapida evoluzione di un fumettaro che inizia ad associare le generalità su carta di un autore con il suo viso e quel piccolo scambio di battute che si può avere in un attimo, in un secondo, anche solo in uno sguardo. E ci sono state, in tre giorni, piacevoli sorprese, ottime sicurezze e, purtroppo, delusioni già conosciute e alcune appena scoperte. Ma andiamo in dettaglio, precisando che le mie sono considerazioni personali. Vissute sulla mia pelle in una fiera che raccoglie migliaia di persone. Ognuno può dimostrare il contrario e sono ben felice di discutere su ciò.
Essendo fan bonelliano e acquistando, regolarmente, una grossa mole di fumetti della cara Sergio Bonelli Editore mi fa piacere, anzi onore, poter avere un autografo o una semplice conoscenza di autori che, fino ad ieri, erano solo un nome su un albo.
A Lucca ho visto, per la prima volta, Di Gregorio che, per usare un termine del caro Dj, è un "pischello". Giovane, molto esuberante e sincero, più che altro. Mi ha semplicemente detto ciò che pensa di Dylan, ciò che vorrebbe fare di Dylan e ciò che non farà mai col mio indagatore dell'incubo preferito. E, inoltre, mi ha autografato un albo disegnandomi un Groucho che, secondo le sue esatte parole, non è "Groucho" ma sembra un ritratto di Di Vincenzo. Simpatico e disponibile, bella scoperta. Il signor Celoni, invece, è la terza volta cui calchiamo le stesse strade. E ne sono ben felice. Sempre gentile, sempre disponibile. Il discorso mentre ci incamminavamo verso la sua vettura me lo tengo sempre stretto perchè è ciò che ho sempre pensato anche io. Ma sentirmelo dire da Fabio, che mi concede credo questo aspetto più amichevole, è stato bello nonchè positivo per la mia autostima. Un giorno, spero, la prima copia di una mia qualsivoglia pubblicazione sarà sua con mia dedica personale. Così come feci, eoni fa, con quel quadernetto della Soap che ormai giace da anni nella sua dimora, a ciò che so. Spero, inoltre, che il disegno che la mia devota pulzella ha fatto, riprendendo un suo soggetto di anni fa, gli sia piaciuto. Un omaggio a chi, al pubblico, ci crede. Altra sicurezza, ad ogni manifestazione, è Pasquale Ruju. Un sentito grazie a lui per ogni autografo che mi ha fatto. Ovviamente ormai ne ha paura data l'enorme molte di fumetti che mi porto ogni volta che c'è lui. Ma è sempre lì, con un sorriso, ad autografameli conscio del fatto che i fan, ogni tanto, è bello farli felici. E con me ci è sempre riuscito. Attendendo la prossima mini e promettendo, alla sua persona, un restyling del forum Demian. Accenni positivi anche ad Emiliano Mammucari, che fa discriminazioni razziste dato che tratta molto meglio le ragazze, e la di lui ragazza, credo, complice di un siparietto molto divertente vissuto nella fila delle stampe bonelli. Solo la signorina Paola ha vissuto quel momento e, credo, se lo ricorderà per un po'.
Gentilezza estrema è il signor Alessandro Poli. Colui che, al nostro secondo incontro(il primo avvenne 3 anni fa al Comicon ma è ovvio che non si ricordi alcunchè) fatto allo stand bonelli dove io arrivai senza i Demian da farmi autografare, si alza dalla sedia stupito e fà: "Tu sei luttazzi4ever? Sono tanto felice di conoscerti!". E, dopo quelle parole, si accolla per ben tre giorni un casertano felice che lo ritrova in ogni minimo stand o manifestazione e inizia a chiedergli gentilezze e favori. Quel Paperino di Donald Soffritti(molto gentile anche lui) dato a Paola non è che una manifestazione della disponibilità di quest'uomo che, in tre giorni, è passato dall'essere, per me, non solo un disegnatore bravo e efficiente ma anche un "amico" con tutto ciò che quel termine comporta. Perchè è stato veramente la mia roccia autorifera(altro termine nuovo coniato da me), in questi giorni. Bonelli lo benedica.
Note negative, come sempre, ce ne sono state. Oltre a non aver visto Makkox e, ciò, mi dispiace tantissimo, ho constatato come alcuni autori e disegnatori abbiano poca voglia di fare pubbliche relazioni. Alcuni ti salutano ma se non ci fossi starebbero molto meglio. Altri non ti considerano proprio e non ti vedono. Altri ancora vivono talmente tanto sopra le nuvole che si sono costruiti, da non degnarti di un momento perchè troppo occupati. A vantarsi, ovviamente. Un giorno capiranno che un po' di gentilezza con chi apprezza e compra i loro lavori, è cosa buona e giusta. E un fumettaro è molto più invogliato a comprare qualcosa se chi ha scritto o disegnato quell'albo gli ha fatto una buona impressione. Almeno così la vedo. Saranno chiacchiere di un ragazzo del tutto estraneo a quel mondo. Ma, per fortuna, un po' di libertà di espressione è rimasta.

Senza soffermarmi su ciò che, precisamente, ho fatto in questi tre giorni provvedo, or ora, a ringraziare alcune persone che mi sono state vicine o meno.
Un grazie a Mario, sempre una persona squisita, una persona che non ho mai visto senza quel sorriso perenne che lo contraddistingue. Volevo, prima di scappare, ripassare al suo stand ma, purtroppo, la giornata di Sabato è stata un inferno vero e proprio. Ci sarà occasione per rivederlo, credo.
Un grazie a Logan e ai suoi sosia(battuta capibile per pochi). Son sempre contento di vederlo. Mi ispira sempre felicità. Ovviamente cambia nome ad ogni manifestazione ma è quel suo aspetto poliedrico e trasformista che noi tutti amiamo.
Un grazie ad Adriana sempre esuberante e impossibile da fermare. Chi dice che sono io la persona che non sta un attimo zitta e a posto non ha visto lei. Credo che ogni tanto la pillola non può che farle bene. A me però ne toccano due. Una per la mia voce squillante che, nel resto d'Italia, nessuno sembra apprezzare e un'altra per la moltitudine di cazziate che mi prendo dalla citata signorina. La Leader ha sempre ragione. Sempre.
Un grazie a Paola che mi ha additato come la sua salvezza. Dato che il vergognoso suo uomo era sempre e dico sempre e affermo sempre occupato con la presentazione dei suoi progetti con "tot tavole" in ogni dove, la signorina Paola era ben felice di lasciarlo marcire nelle sue tremende attese e girarsi la fiera con me. Ma soprattutto l'auditorium. Un regno del confort come nessuno mai. L'abbiamo amato più e più volte. Una sicurezza per le nostre schiene piene di dolore. Comunque grazie a Paola non solo perchè ha aumentato la mia autostima. Grazie a lei perchè sembra apprezzare, e non poco, la mia parlata italiana con accento napoletano(che qualcuno mi scherniva), grazie a lei perchè si preoccupava ogni volta che stavo male, grazie a lei perchè ha riempito tre giorni di Lucca con i suoi gridolini di entusiasmo come: "che romantici", "che dolcissimi" e così via. Grazie a lei per le panchine cariche di chiacchiere. Grazie a lei per i discorsi sui telefilm stranieri e su Friends, grazie a lei perchè è raro che una persona conosciuta in soli tre giorni sia capace di farti sentire così bene. Anche se si è scelta un individuo vergognoso come il Diggi al suo fianco.
Un grazie, di nuovo, a Sebastiano per l'ospitalità, la cordialità e la fiducia. Dare le chiavi di casa ad un fumettaro immerso nel suo mondo è un rischio che, per fortuna, è stato ben ripagato. Ovviamente chiedo scusa per l'incomprensione dell'ultimo giorno che, purtroppo, ha portato ad un ritardo nel suo viaggio verso Pisa. Credo sia stato ripagato dal risultato di quell'assurda partita di calcio vissuta alle 18 di Sabato che io, in cuor mio, ho vissuto con tanta ma tanta tristezza.
E un grazie, sincero, va a quell'idiota disumano che risponde al nome di Francesco Savino. L'autore del Numero 24 di Nemrod che a Lucca è andato a ruba. Tanto a ruba che le scorte son finite subito e allo stand della Star Comics dicevano che non era mai arrivato. Che lenza i venditori della Star. Loro si che trovano le parole giuste.
Comunque, a parte gli scherzi e i ragionevolissimi sfottò, grazie al Diggi perchè è un vero amico, innanzitutto. E' colui che ha fondato la rivista "Fumettaro 2000" e, ogni tanto, mi rende partecipe di tutti i gossip assurdi che circolano. E' colui che odia a morte un determinato autore e il suo unico obiettivo è sconfiggerlo. E' colui che inventa l'uomo-uovo, un mito che ha fatto parte di noi non solo per tre giorni ma continuerà a seguirci per una vita intera. E' colui che prima offende gli altri per alcuni modi beceri e poi lui diventa ancora più becero. E per questo lo ringrazio. Per tutto ciò. Perchè è la copia esatta di quest'omino dal nome di Davide Paolino. Quasi due metri tutti e due. Idioti tutti e due. Colpevoli, da quasi due anni, di aver aperto un blog che contiene non solo le nostre vite e idee ma anche la nostra essenza. Un blog che, si può dire, non è seguitissimo ma tiene botta. Grazie a tutti e due ovviamente.
Ma grazie a te, Francesco, per l'accompagnamento notturno all'autobus, grazie per i molteplici "ti odio" e "non ci provare con la mia ragazza". Grazie per le novità che solo un redattore capo di "Fumettaro 2000" può sapere. Grazie per avermi fatto fare duecento risate leggendo alcuni soggetti gonfi di errori. Grazie per avermi dato l'opportunità per parlare con la mia lei via webcam. Grazie per essere, almeno tu, l'autore che è stato pubblicato su un fumetto a rilevanza nazionale(almeno così si dice, le prove non si vedono!). Grazie, perchè la visione della tua faccia alla vista di Poli che si alza per salutarmi tutto felice, non ha prezzo. Grazie perchè ci sei, ci fai e ne sei pure ben fiero. Grazie per alcune cose che avrei preferito non sapere. Grazie per l'ospitalità di Sabato sera in camera. Grazie per gli insulti che, ovviamente, ho restituito con gli interessi. E grazie perchè sei un coglione ma un coglione così amichevole non l'avevo mai visto.

Grazie a tutti. E se me ne sono scordato qualcuno fa nada. Ho ancora tanto sonno. Domani o dopodomani posterò alcune foto vitali per la buona riuscita di questo forum.

Ps: Credevate che me ne fossi dimenticato? Ma manco per sogno. Ringrazio la mia Carmen di aver sopportato questa mia fuga verso fumettolandia. Ringrazio lei per le molteplici chiamate, per la tristezza che traspariva dalla sua voce, per le sue lacrime quando stavamo in web-cam. Tutto ciò, sempre più, mi fa capire come questa ragazza non riesca a stare senza il sottoscritto. Ti amo come non mai piccola mia. Ovviamente, come al solito, sono finito per far diventare un post di riepilogo in qualcosa dedicato sempre a lei. Come tutto ciò che faccio, d'altronde.

7 commenti:

Colei che... ha detto...

Io non urlo e non parlo napoletano... :P E poi... simao tutti un pò Nerd! ;) Ciao!

Carmensì ha detto...

Sono tanto felice del tuo ritorno:P non ce la facevo più... Sono tanto felice anche del fatto che hai passato dei bei momenti e perciò mi unisco ai tuoi ringraziamenti per tutti coloro che ti sono stati vicino.E grazie mille per la dedica finale, ti amo tanto.
baci baci.

Flo ha detto...

Grazie per essere passato sul mio Blog un abbraccio...
ti aspetto ancora
^ ^

Lady Boheme ha detto...

Mi piace molto quello che hai scritto su Lucca Comics, è veramente un bell'evento!
Quello che dico è la pura verità... non è una bugia per salvarmi dai cazzotti di Stallone!!!!! Salutoni

Lady Boheme ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
DjJurgen ha detto...

Eccomi qui, col solito ritardo, a commentare il post del nostro luttone nazionale...che dire? grazie per le belle parole che hai speso su di me, è sempre un piacere sapere che la propria coglionaggine viene apprezzata!!! :D
Ah, e grazie per i vari sfottò sul numero 24, senza di loro Lucca non sarebbe stata la stessa!!! :D
E poi che dire di "fumettaro 2000" ??? Una rivista che rivoluzionerà il mondo dei comics! Grazie per tutte le belle chiacchierate che ci siamo fatti, per tutte le cazzate che abbiamo sparato (mi rendo sempre più conto che quando ci uniamo ne escono davvero di tutti i colori!) e per avermi mostrato, per la prima volta, un tuo lato inedito: quello della tristezza, non blogghesca (che quella la conosco bene) ma reale!!!

p.s. Carmen, hai visto che te l'ho fatto tornare sano e salvo? Stanco morto sì, ma ancora in grado di intendere e volere!! :D

Paola ha detto...

Devo veramente ringraziati per tutte le belle parole che hai speso per me...grazie, non me l'aspettavo, davvero...
In questi quattro giorni ho potuto finalmente conoscere una persona che sentivo già di conoscere da tempo...
E sei proprio come ti immaginavo: divertentissimo, spiritoso e super napoletano!!! Grazie per la compagnia che mi hai fatto mentre il diggy non mi considerava e pensava solo agli editor...:P
E grazie anche per la chiacchierata sui telefilm, sei una delle poche persone veramente competenti in materia che conosco!!
E poi volevo salutare anche carmen, che ho pututo salutare via webcam, spero un giorno di poterti conoscere dal vivo!!!

Un bacio a tutti!!!

A presto

Paola.

PS: fornirò presto al diggy le foto dell'evento così tutti le potrete ammirare!!!

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...