mercoledì 20 aprile 2011

Lista dei cambiamenti che non accetteremo mai


Il mondo avanza, il progresso pure, la vita è sempre un insieme di insoddisfazioni e piccoli momenti di felicità, e noi stiamo ancora qua. Ancora nessun olocausto nucleare, meteorite, guerra o glaciazione ci ha eliminati del tutto, e continuiamo le noste vite senza dare fastidio a nessuno, nel maggiore dei casi. Ma seppur si va avanti, la nostra mentalità da uomini non riesce a stare dietro a tutti questi cambiamenti. E' vero, sono passati anni dalla redazione della nostra costituzione e se notiamo come è cambiata la società da quel momento in poi, possiamo notare che sono stati fatti passi da gigante. E anche cadute da elefante. Ma intanto si va sempre avanti, e noi dobbiamo andare avanti come va' il mondo e apprezzare le novità che esso ci dà. Come l'Ipad, come l'Ipod, come la chiavetta Internet, il Wifi, come Facebook, come Twitter o come qualsiasi altra idiozia abbia partorito una mente malata. Un'idiozia che poi, badate bene, fa guadagnare miliardi. Come vorrei anche io inventare codeste idiozie. Me ne basta solo una eh, mica faccio l'ingordo!

Comunque il mondo va avanti e ci sono cose, nel nostro ambiente italico, che non riusciamo ancora a vedere nelle nostre strade, nelle nostre piazze, nella nostra mente. Son cose che la nostra morale non capisce o non vuole capire. Son cose che forse, solo un giorno lontano, riusciremmo ad accettare. Eh sì, per una volta parlo di cose serie, dannati miscredenti che non siete altro. O semi-serie, come le preferite voi. Indi, solo per oggi, un'altra classifica che mi è venuta in mente di fare ieri notte prima di addormentarmi.

La meravigliosa lista delle cose che gli Italiani non accetteranno mai o accetteranno con fatica nei prossimi secoli a venire.

Classifica seria eh! O quasi.

10) Un Papa di colore. La maggior parte dei cattolici ferventi italici si dicono generosi e caritatevoli, ma col cavolo che accetterebbero un Papa di colore. E' meglio non eleggerlo proprio a questo punto.

9) I gay che amoreggiano nelle strade come una qualunque coppia etero. E siamo nel 2011. Ci vorranno altri mille anni per arrivare solo a concedergli questo diritto. Figuriamoci poi anche un matrimonio o dei figli. Ci sono persone che già urlano "dovranno passare sul mio cadavere, questi invertiti".

8) Una campagna politica senza gettare fango(o un altro materiale di colore marrone) sugli avversari. Il pubblico vuole il marcio, il candidato gli dà il marcio. Il pubblico vuole sapere solo quanto fa schifo l'altro, mica quello che uno gli può dare.

7) I fumetti come mass-media uguale a tutti gli altri e come fonte di cultura. Tanto per tutta la vita, se leggerai fumetti, verrai considerato un bambinetto. E per codesto motivo continuerò a leggere in pubblico, fregandomene dei commenti altrui.

6) Andare allo stadio senza coltelli. Questo per alcuni ultrà è come essere privati del braccio sinistro. Se si và allo stadio per tifare, con la famiglia, e con un mare di bambini felici per la giornata, che gusto c'è se non posso nemmeno picchiare uno che la pensa diversamente da me?

5) Non andare in vacanza perchè non si hanno i soldi per andarci. Eh sì, qui si conosce gente(che mi vien da dire leggermente stupida) che si indebita per andare in vacanza quando le disponibilità per essa non ci sono. Ve lo dice uno che son quattro anni che non va' in vacanza perchè non ha ragione(o fortunatamente "aveva") per andarci. E quest'anno manco ci andrò.

4) Giudicare le persone dalle loro qualità e non dal loro aspetto. In Italia ciò si avrà solo tra centomila anni, credo. D'altronde la cronaca ci fa capire come gira l'economia in Italia. Ragazza laureata in biotecnologie e assunta in un centro ricerche: 800 euri al mese. Ragazza che acconsente le avances del Presidente del Consiglio o di un giornalista o di un agente o di un qualsiasi politico: 6000 euri a notte. Ma son cose sue, c'ha ragione. Facciamolo divertire. Pensa al bene del Paese, se per Paese indichiamo il suo organo riproduttivo.

3) Un Presidente del Consiglio onesto. La maggior parte degli italiani è seguace del detto "tanti tutti rubano, lui lo fa in modo visibile" e se ne frega del risultato di questa loro scelta. A danno di tutti. E poi ci si domanda perchè all'estero ci deridono.

2) La palline sul cono gelato. Almeno dalle mie parti è un modo per non avere clienti. Qui si spatola non si palleggia! In Germania vanno a 80 cent a pallina, qui si fa tutto ad occhio con la spatola. E la cosa più divertente è che con la spatola devi cercare di fare una pallina da mettere sul cono. Si capisce il controsenso?

1) Mettete voi un vostro primo posto. Cos'è che gli italiani non accetteranno mai o accetteranno con fatica? Commentate e aggiornerò questo post, o un post futuro, con i vostri risultati. Ma commentate, se mettete solo "mi piace" come faccio a capire cosa pensate?

3 commenti:

Carmensì ha detto...

Per i gay la vedo molto ma molto difficile.Ci sono ancora vecchiette che non accettano un abbraccio tra un fidanzato e una fidanzata in pubblico...Non so poi, ci sono così tante cose di cui ha bisogno questo paese...ci penso e ricommento:P

{L. ha detto...

(ricommento perchè aveva pubblicato solo mezzo commento xD)
Quella delle palline sul gelato è carinissima... ammettilo che ti è venuto in mente solo da quando lavori xD
anyway... mmmmm... primo posto... secondo me la gente non accetterà mai le opinioni discordanti... "pisciare fuori dal vaso" e scusate l'espressione.
Ogni volta che uno si comporta o la pensa diversamente dalla massa viene additato e criticato.. ecco, secondo me questa cosa non finirà mai....

luttazzi4ever ha detto...

Ovvio che le palline sono una diretta conseguenza della gelateria. E' da lì che è nato tutto il post, poi! ;)

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...