sabato 6 dicembre 2008

Sonetto n°1

La poesia è del Signor Andrea De Iasio, componente importante di pezzi storici di vera ilarità che mi hanno portato, ogni tanto, a reputarlo un vero genio. Qui ci dedica una poesia toccante con un pizzico di divertimento che la esaltano fino al culmine del vero essere. Insomma, na poesia molto bella. Prego.



Vive un germoglio per morte del fiore.
Muore la notte, ché viva il mattino.
Vivrà il sole ché, nel suo splendore,
Non si rimpianga il ieri in declino.

Muore una bestia e vive la fiera,
Sì la natura governa il mondo:
Cessa un respiro, ma in ogni maniera
quello che muore sa render fecondo.

Implicito inizio nella nuova fine
Porta già in grembo destino affine,
E perde senso finanche l'addio.

Eppur sconvolge l'amor la coerenza.
E quindi ammetto in piena coscienza
Che se muori tu, morirò anch'io.

(da una quindicenne al suo Tamagotchi)

3 commenti:

Andreautore ha detto...

Miii...T'avevo chiesto solo di scrivere un "di Andrea" da qualche parte, non pretendevo la critica!
E' diventata una recensione!
Beh, non lamentiamoci troppo del superchio, molte grazie e...stabbè.
Anzi, sfruttiamo la cosa.
Massì che il tempo per gli abusi sarà sempre troppo poco! E quindi pubblicizziamoci! Passate per il mio blog, il milionesimo fortunato visitatore, riceverà in omaggio uno stupendo 'Spengo-facile per Easy-Off' !

Andreautore ha detto...

Ah, però un'altra cosa la devo dire.Eeeeh lo so, so' pignolo...ma il titolo era "Sonetto n° 1"!
Ha un suo perchè!
E' tutto un quadro che ancora devo far quadrare...

luttazzi4ever ha detto...

Ma lei la merita la recensione, signor Andrea. E' veramente un grande squinzio con il senso dell'umorismo e dell'arte. E cambio pure il titolo! Tiè!

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...