lunedì 5 novembre 2012

Lucca Comics - Secondo dì

Per fortuna c'è Cap.
Io non sono Ortolani (già sento il coro di "ma dai!!!") e non farò un resoconto complessivo dei miei altri tre giorni di Lucca Comics tutto insieme (a chi interessa il primo è qui).
Io andrò con calma. Con foto e poco scritto perchè c'è qualcosa da dire, ovviamente, ma c'è di più da vedere. Perchè Lucca, sinceramente, la devi vedere. E smadonnare quando non riesci a passare negli stand, odiare i cosplay e poi amarli cinque minuti dopo quando ne vedi uno geniale, amare gli autori ed odiare la fila per la stampa (ma solo se dura più di trenta minuti), chiedersi del perchè per Obata c'è la riffa degli autografi mentre per un Piccatto basta portargli un albo e te li firma tutti, senza contare i disegnatori che sono sempre disponibili a farti uno sketch al volo, a meno che non hanno altri impegni urgenti.

Pisa. Che pare sempre deserta.

Lucca. Si entra.

La Barletta viene importunata da un losco figuro.

In realtà sono il suo ghost writer.

La stanchezza si sente e si vede, ma l'entusiasmo c'è.

Il Sindaco è il Sindaco.

La bellezza di Lucca risiede nel verde. E nelle mura.

Westeros è all'orizzonte.

Bang. 10 anni di ammazzamenti tra amici.

Questa ha bisogno di spiegazione.
Allora. Mettete caso che incontri, previo appuntamento, un ragazzo che conosci dal 2005, se non sbaglio. Vi vedete finalmente dopo sette anni ed avete l'occasione di andarvene in giro per Lucca, dato che avete la stessa ragione. No. Con lui non hai un blog in comune, quello è un altro, ed è un idiota.
Questo ragazzo si chiama Simone e ha fatto un bel viaggetto per esserci, d'altronde lui è un tipo eccentrico, pensate un po': vive su un'isola! Come fa non lo so. Ma dice che c'è tutto su quell'isola, ci sono persino le edicole, pensa te! E quindi anche lui legge, anche a lui piacciono i fumetti, anche a lui piace venire a Lucca ad importunare disegnatori e sceneggiatori e comprare fumetti che gli mancano nelle collezioni.
Con questo ragazzo ci passi la giornata, in tre perchè la pulzella è sempre con noi, e decidi che alla fiera si deve pure visitare, per forza, l'area Games. Capisco che la bolgia di gente e la puzza dei giocatori di carte (non ce l'ho con voi, d'altronde anche io lo sono stato. Ed è vero: puzzavo, soprattutto se giocavo più di sei-sette ore!) possa far desistere ma ci si deve andare. Mezz'ora per capire come uscire dai Comics per vie di contorno, dieci minuti in mezzo alla calca disumana e bam! eccoci dentro. E che succede? Uno stand regala giochi! Con il grande metodo del "noi ve li lanciamo, voi ammazzatevi per prenderli".
Capita che sono alto due metri e che, in passato più che adesso, sia un portiere di calcetto. Ma secondo voi se mi si lancia un pacco sopra la mia testa, lo faccio prendere ad altri normostatutari?
Ma certo che no. E vinco il gioco che vedete sotto. Da quello che ho capito è una versione strana di D&D prima edizione. Con schede giocatori, avventura, dadi e schermo del Master. Se si ritorna a giocare per "colpa" di questo regalo so con chi prendermela.
E so che tornerò a puzzare. Sì, pure d&d batte il Neutro Roberts 7 a 0.

 
Io e Simone. Impostati e felici.

Io e Simone. Mentre mostro i trofei.

Chiacchiere in solitaria per punti di interesse. Ovvero: ciarlate varie divise in capoversi:

-) E' stato bellissimo passare una giornata con Simone. Mi dispiace che si sia sopportato sette-otto ore di miei pensieri purtroppo detti a parole. Mi ha ascoltato e certe volte sembrava anche interessato. Non oso pensare che fatica abbia fatto per non scappare via urlando.
-) Ho incontrato anche Marco, memorabile co-inquilino della mia prima Lucca edizione 2007, ed è sempre un piacere scambiarci due chiacchiere. Anche se quando inizia a elencare tutti i disegnatori che conosce mi viene voglia di piangere per l'invidia.
-) Memorabilia: treno per Pisa. Al binario numero quattro attendono una trecentina di persone, vado per difetto. Arriva finalmente il convoglio dopo 25 minuti di ritardo: un solo vagone. Risate, applausi, incredulità e gente che saltava nei finestrini per raggiungere il posto. Capisco che Trenitalia non si aspetta mai così tante persone e ringrazio chi ha messo treni (sia andata che ritorno) in più. Ma certe scene sono veramente tristi.
Per inciso: abbiamo aspettato il successivo, altri trenta minuti, che era molto ma molto più grande. Per fortuna.
-) Il collega di blog che lavora allo stand Bao sembra quasi una persona seria. Quasi.
-) Stampe a tutto spiano. Poi farò l'elenco completo con foto, ricchi premi e cotillons.
-) Il tempo era di una bellezza allucinante. Mi sono fatto tre quarti di giornata a maniche corte, come se fosse un Aprile o un Maggio qualsiasi a Napule.
-) L'Orzo Bruno a Pisa è un locale bellissimo. Un pub alla McLaren's con tanta roba buona da mangiare e birre fatte in "casa". Siamo tornati in albergo entusiasti e mezzi ciucchi.
-) La foto con Cap è quella che ho più apprezzato in tutta la fiera, parlandone da "ritornato a casa". Chiedo scusa a Simone, Francesco e la mia pulzella, oltre che a tutti gli altri con cui ho avuto la possibilità di farmele. Ma Cap era bellissimo. E merita tanto.

A domani per il terzo giorno. E forse anche il quarto.

3 commenti:

Tyrrel ha detto...

Trovo solo ora un attimo per commentare qui sul Bloggo... è stata una giornata davvero fantastica quella trascorsa in compagnia del signor Lutty e della sua consorte! E che rimarrà tra i miei ricordi più belli di tutta questa Lucca Comics 2012.
Ragazzi, forse tra la stanchezza dello stare a camminare tutto il giorno e il poco sonno di quei giorni non sono riuscito ad esprimerlo bene, ma in vostra compagnia mi sono trovato davvero benissimo!
Perché quando nonostante le bolgie all'interno dei padiglioni (e pure all'esterno) e l'enorme stanchezza che ci si sente addosso ti ritrovi a stare benissimo, vuol dire che si è stati in ottima compagnia. E si caro Lutty, ti ho ascoltato ed ero pure interessato! Visto che impavido coraggioso? :P
Spiace solo che non sia stato possibile passere una piccola parte di quel tempo in compagnia anche con l'altra metà del Bloggo... ma si sa, il signor Jurgen ora è importante e fa il prezioso. :P
Sulla foto con il baby Cap, concordo: è davvero fantastica! Mi son pentito anzi di non averne approfittato pure io, ma in quel momento appena usciti dal padiglione comics la mia lucidità non era al massimo.
E cavolo... si, è dal 2005, anno del varo del mitico Brad Barron Forum... cavolo, praticamente 7 anni! Considerato quanto tempo, speriamo che in futuro ci siano occasioni più ravvicinate, mi farebbe davvero piacere. :))

P.S.: ora però bisognerà inventarsi qualche chiave di ricerca per celebrare a modo questo incontro. :D :P

Tyrrel ha detto...

Si vabbè... avevo postato il commento poco sopra 2 giorni fa, ma in questo post http://ilbloggodeglisgrittori.blogspot.it/2012/10/verso-lucca-2.html?showComment=1353241805934#c8419854873116902698 e me ne sono accorto solo ora. -_-
Chiedo scusa per l'errore.

luttazzi4ever ha detto...

Simone, è stato bellissimo vederti. E spero sinceramente ci si ritornerà ad incontrare a breve, tipo a Napule!

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...