lunedì 10 ottobre 2011

L'appuntamento


(Buio. La scena viene illuminata da una luce fioca, debole, quasi impercettibile. D si presenta vestito di tutto punto, come se dovesse andare ad un appuntamento, guarda il braccio, lo riabbassa imbarazzato, tira fuori il cellulare dalla tasca, preme due pulsanti e lo rimette a posto. Fischietta, ed inizia a passeggiare davanti e dietro. Di tanto in tanto sbuffa e parla a bassa voce.)

D: Io me lo sentivo...lo sentivo...

(Continua a camminare, sbuffando più forte)

D: Se gli dai un appuntamento è puntuale, lui. E' sempre stato puntuale, lui. (lo scimmiotta abbassando la voce di tre ottave) "Oh D., sono sempre stato puntuale in vita mia, mica come te, eterno ritardatario" "Io sono meraviglioso e bellissimo" "Oh, mi chiamo F., e sono un manzo da paura". Ed altre eterne idiozie.

(Cammina più veloce, ricontrolla qualcosa sul cellulare, rimette a posto)

D: Che posso fare per passare il tempo? Niente! Perchè non mi son portato manco niente da leggere, cribbio. Se quello mi dice che è puntuale io lo sto pure a sentire. Ecco. E me lo merito di aspettare, perchè credo a quell'inutile essere orrendo.

(Si ferma vicino al palo della luce, ci si appoggia)

D: Ah, palo caro, tu si che hai visto tanta gente passeggiare sotto di te. Almeno la maggior parte erano mezze gnude, oneste lavotratrici. Orsù mi dici, oh grande palo, se hai trovato qualcuno più ritardatario di sto tizio inutile che sto aspettando?

(Attacca l'orecchio al palo, fa la faccia stupìta)

D: Ah, lo sospettavo. E dimmi: ci viene qualcuno famoso a salutare le passeggiatrici in codesto luogo?

(Aspetta la risposta, strabuzza gli occhi)

D: E bravo. Il solito predicatore positivo e razzolatore molesto. Son sempre così i personaggi famosi, anche se non avrei mai sospettato che Cristiano Malgioglio facesse certe cose. Con le donne!!

F: Che cose?

(F entra in scena con la giacca ancora in mano, e la camicia stropicciata!)

D: Oh, il principino si è svegliato! Alleluia, stavamo tutti attendendo la tua venuta come il tacchino al Ringraziamento.
F: Prego. Ma mi ringrazi per cosa?
D: Oh Gesù, ma sei così scemo solo di sera o è un problema permanente?
F: Iniziamo bene stasera, manco un minuto che sto qui e già un paio di insulti. Tu non mi meriti. Meriteresti che io scomparissi da un giorno all'altro.
D: E perchè non lo fai?
F: Perchè ti voglio troppo bene per lasciarti da solo ad occupare un blog con i tuoi inutili racconti di vita vissuta.
D: Continua...
F: Sì, quelle cose del tipo "l'acqua è fredda", "il vento è vita", "la pasta e fagioli scotta" e varie menate simili. Quindi io, ogni tanto, ne approfitto per donare cultura in mezzo al tuo ciarpame quotidiano. Che come dire: "meglio una cosa seria una volta al mese, che amenità varie ogni dì".
D: Dimmi...il ginocchio che ti fa male è il destro o il sinistro?
F: Il destro...perc...Aaaaaa.

(D colpisce con una mazza da golf, presa da chissaddove, al ginocchio sinistro dell'amico)

F: Mi hai fatto male! E comunque ti sei sbagliato, hai colpito quello buono!
D: Era buono! Ora ne hai due malridotti e io sono molto più felice.
F: Perchè tanto odio? L'amore trionfa sempre su tutto, amico mio. Sempre!
D: Infatti ti amo da morire.
F: Meglio lasciare stare...Senti, andiamo a st'appuntamento e facciamo presto che non ho tempo da perdere. Io debbo tornare a casa stasera per...
D: Per?
F: Se dico "scrivere" mi credi?
D: Certo. Ed è come se dicessi che io torno a casa stasera per colorare a mano la mia collezione di Mini Pony.
F: Uh, ce l'hai anche tu. Sono puccettosi, vero?
D: Cosa vai a fare veramente, essere abietto?
F: Scrivo.
D: Cosa, esattamente?
F: La lista di ragioni per cui non me ne tiene di scrivere!
D: E' un inizio direi. Almeno riconosci di avere un problema!
F: Quale problema? Io non sapevo che c'era un problema, maestra non l'ho fatto. Non mi hanno avvisato, è colpa di D. Io ieri non sono venuto a scuola e lui non mi ha dato l'assegno!
D: Ma ti droghi per dimenticare il passato o per sfuggire dal futuro?
F: Scusami, è che ogni tanto sogno di tornare a scuola.
D: Eh, pensa, certa gente direbbe pure che sei laureato!
F: Ahahaha. Che simpaticoni! E in che cosa poi?
D: E chi l'ha mai capito! Forse in "mimica" dato che sai ne leggere ne parlare!
F: Ahahahah! Che sagomaccia!
D: Io sono simpatico a differenza tua!
F: Ecco che te ne esci sempre con sta storia della simpatia, ma chi ti ha fatto credere di essere simpatico? Chi? I tuoi amici? Lo dicono solo per vedersi le partite a casa tua! La tua ragazza? Lo fa solo per portarti a letto! I tuoi colleghi? Lo fanno solo per caricarti di compiti da fare al posto loro.
D: Uhm...se quello che dici sulla mia ragazza è vero, significa che è proprio una donna da sposare! (D. fa gli occhi sbrilluccicosi)
F: Ah, tu sei perso. Te lo dico: sei perso. La devi finire con le poesie, le donne all'inizio vogliono il poeta, poi vogliono il muscoloso e poi vogliono il ricco sfondato. Tu a che fase sei?
D: I muscoli ce li avrei pure, ma stanno sotto la ciccia. Non li metto fuori per non farli evaporare.
F: E i soldi?
D: Se mi presti centomila euro sono ricco.
F: Ok. Sei uno spiantato senza manco una leggera tartaruga, che speranze hai di farla rimanere con te?
D: Io ho dalla mia la fantasia.
F: Ecco. Bravo. Quando ti lascerà, poi, userai la fantasia e farai finta di avere una donna. Immaginatela bene eh!
D: Che poi parli tu, adone che non sei altro, dov'è la muscolatura? Dove sono i soldi? Dove sono anche le poesie?
F: Io ho trovato la soluzione per essere sempre attraente!
D: Sarebbe?
F: Domani mi vesto da lattante e mi metto in una cesta davanti a casa Moratti. E il signor Massimo, grande ed umile persona, mi prenderà come figlioletto!
D: Sì, un lattante di due metri.
F: Si sa che i giovani d'oggi sono più alti.
D: Con la barba.
F: E precoci!
D: E con le lenti a contatto.
F: E tecnologici!
D: Non si può parlare con te, sei un essere inutile. Purtroppo però stasera mi servi. Andiamo che stiamo già in ritardo. E mettiti quella giacca prima che qualcuno pensi che sei un morto di fame!
F: Ma io sono un morto di fame! La giacca è della mia coinquilina!
D: Co-inquilinA?
F: Sì.
D: Ma non avevi inquilini maschi?
F: E' quello che ho detto a P. per non farla ingelosire. In realtà sono due gemelle bionde e slanciate con la quarta di reggiseno. E non indossano mai il reggiseno per casa.
D: Immagino che studi molto in appartamento, anzichè in facoltà, per l'università...
F: Quale università?
D: Ecco. Ora ho capito perchè non torni più nella tua vera casa. Andiamo va' che è tardi...
F: Aspetta, c'è una cosa che dovevo dirti...
D: Non me la puoi dire in macchina?
F: No. Te la devo dire qui.
D: Spara.
F: Dovrei andare in bagno.
D: Uggesù...
F: E' una cosa piccola...ma ci metterò un po'!
D: Non noti che c'è qualcosa di scorretto nella tua frase? Va', lì c'è un bar. Compra un pacchetto di patatine e vai in bagno.
F: Non mi vanno le patatine, preferirei le gomme.
D: E comprati le gomme.
F: In realtà una bella ciambella c'azzeccherebbe di più.
D: Comprati quello che vuoi, anche un sommergibile, basta che fai presto. E' una serata importante, cribbio, dobbiamo arrivare puntuali o almeno in ritardo non di due ore.
F: Oh, come la fai tragica. Vado vado.
D: E rimanici in quel gabinetto.

(F entra nel bagno. D rimane solo in scena, ritorna vicino al palo e inizia a parlargli)

D: Ah, Paletto mio, tu si che mi capisci. Ma tu che vedi tutto da lassù, l'hai mai visto uno peggio di quello che mi porto appresso.
P(sta per "Palo" per chi non lo capisce): Sì, amico mio...e lo incontrerai a breve.

(D rimane interdetto e si guarda in giro pensando che qualcuno gli abbia fatto uno scherzo. Poi ritorna a fissare il Palo a bordo strada, e poi lo abbraccia speranzoso.)

P: Tocca, tocca ferro, ma non te la scamperai...

FINE PRIMA PARTE

4 commenti:

Paola ha detto...

E' davvero molto bello , mi hai fatto ridere tantissimo!!!! (tranne il momento in cui si parla delle bionde spilungone....:P)
Davvero fatto bene, sarebbe bello vederlo messo in scena!!!
Non è che adesso mi diventi sceneggiatore teatrale? Poi teinimi da conto se cerchi un'attrice alle prime armi! :P

nico ha detto...

Domanda: La foto del lampione utilizzata nel post (di mia proprietà) è stata acquistata con regolare licenza?
Grazie

Davide Paolino ha detto...

Assolutamente no. Cercavo foto di lampioni e quella che mi ha più colpito l'ho inserita. Se da fastidio la tolgo senza problemi.

Davide Paolino ha detto...

Foto eliminata per non creare casini inutili. :D

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...