giovedì 17 novembre 2011

Caro Bloggo ti scrivo...


Avevo preannunciato che in codesta settimana ci sarebbe stato una sorta di festeggiamento che avrebbe portato dritti dritti al quarto compleanno del nostro Bloggo. Un posto dove le balle di fieno scorrono felici e pregne d'amore. Questa frase la si potrebbe mettere in home, sotto il banner, così da dare il benvenuto ai quattro gattini pucciolosi che ci seguono. Ecco, i gattini! Questo serve per fare ascolti, cribbio. Non ci avevo ancora pensato.

Comunque il festeggiamento, che doveva iniziare oggi e concludersi mercoledì 23, mi sembrava una sorta di auto-celebrazione che degli esseri fighi come noi non possono mai fare. Ovvio, se siamo fighi abbiamo bisogno di altra gente che riconosca la nostra figaggine, mica dobbiamo incensarci da soli, non sia mai. E quindi si cambia tutta l'idea che avevo in mente, dopotutto manco ottocento post ho scritto(o abbiamo?, non mi sovviene mai se debbo usare il plurale o il singolare in certe occasioni) in quattro annetti, e quindi mettersi a parlare di amarcord di post del passato mi sembra una sonora e tenera assurdità. I post sono lì, e chi ci conosce li ha già letti o perlomeno ha guardato ciò che gli interessava. Per tutti quelli che son venuti dopo e ci hanno apprezzato, beh, non vi consiglio di leggere la robetta dei primi tre-quattro mesi. Almeno la mia. Perchè ero un completo analfabeta. Ma non è che ora si può notare 'sto grandissimo miglioramento.

Quindi cosa fare per festeggiare degnamente il nostro quarto anniversario? Come dare ampio risalto al bene del bloggo per fargli capire che è un figlio che ancora ci dà soddisfazioni, e non fa niente se non è primo su Wikio, se non ha almeno cinquemila fan su Feisbuc, o se il +1 lo clicco solo io, noi lo si vuole ben lo stesso. Come ogni mamma e papà con il loro figlio fallito. No, Bloggo, non piangere. Non sei fallito. Sei in via di fallimento ma non lo sei completamente. Non ti preoccupare. No, ho sbagliato di nuovo. Sei bravo, Blogghetto mio, sei meraviglioso. Ti si vole bene in una maniera sconfinata come la si vuole ai perdenti...non riuscirò mai a dirne una giusta.

E quindi, per far riprendere degnamente il nostro Bloggo dal suo bieco torpore, chiedo a voi fan, a voi lettori abituali, a voi ospiti di passaggio, a voi ballerine di fila, di scrivere una frase, un pensiero, anche solo una parola sul nostro Bloggo. Non ci dovrebbe volere tanto tempo, si spera, e contiamo almeno ad avere una decina di frasi da inserire come cappello nel post celebrativo di mercoledì prossimo. Spargete la voce, non fate sentire il nostro amato spazio virtuale come un figlio non voluto o, peggio ancora, come un figlio voluto ma abbandonato a se stesso da una certa madre degenere. Siate creativi, o siate anche poco originali. Non fa niente. Sappiate solo dare un giudizio al nostro(o mio?) operato. Grazie.

2 commenti:

{L. ha detto...

Voglio sapere se il tuo racconto è stato pubblicato su leganerd!!!!! Ciao Bloggo <3

luttazzi4ever ha detto...

Terzo pari merito. Ho preso 22 come punteggio su 30. Dicono che non conosco la grammatica! *_*

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...